11 Giugno 2024 |

Tempo di lettura: 13'

Il cucchiaio che rende il cibo saporito anche con poco sale

Può aiutare a evitare l'eccesso di sale nei cibi che è pericoloso per la salute
cucchiaio giapponese gusto salato

Un cucchiaio che aumenta la nostra sensazione di salato quando mangiamo il cibo.

Questa è l’ultima invenzione Giapponese per evitare l’abuso del sale.

Il sale è buono, ma troppo sale fa male.

La maggior parte di noi ama i cibi dai gusti decisi.

Ci piacciono i cibi ben salati o molto dolci.

L’industria alimentare inoltre ci ha abituato a mangiare cibi molto saporiti (pensiamo alle patatine, o alle merendine dolci).

Il sale da cucina è la nostra fonte principale di sodio.

Il sodio è un elemento importante per il funzionamento delle nostre cellule, quindi è indispensabile.

Un eccesso di sodio comporta, però, rischi per la salute.

Il sodio in dosi elevate, infatti, può far salire la pressione del sangue e causare ipertensione arteriosa.

L’ipertensione arteriosa è causa di infarti, ictus, malattie cardiache.

Troppo sodio danneggia anche i reni e facilita l’insorgere dell’osteoporosi (fragilità delle ossa) e di alcuni tumori.

Come fare per mangiare poco sale e soddisfare il nostro palato?

Secondo l’ente giapponese che si occupa di salute e nutrizione, in Giappone un adulto assume in media 10 grammi di sale al giorno.

Questa quantità è il doppio della quantità raccomandata dall’OMS (Organizzazione mondiale della sanità).

Per questo motivo l’azienda giapponese Kirin ha quindi inventato un cucchiaio che riesce a dare la sensazione di stare mangiando qualcosa di salato anche quando l’alimento è insipido.

Il cucchiaio utilizza un impulso elettrico per aumentare capacità della lingua di percepire il salato.

Con questo cucchiaio un cibo con poco sale diventa per la nostra lingua molto più gustoso.

L’azienda giapponese ha iniziato la vendita dei cucchiai nel mese di giugno.

Il costo di un cucchiaio è di circa cento15 euro.

L’obiettivo di Kirin è raggiungere il milione di cucchiai venduti entro cinque anni dal lancio.

Kirin è uno dei colossi giapponesi (è parte della galassia Mitsubishi).

Leggi anche: Una banca dei semi per salvare il pianeta.

Foto di Timo Volz su Unsplash.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *