UNA PIZZA MERITOCRATICA - informazionefacile
UNA PIZZA MERITOCRATICA
CINA: I BAMBINI RAPITI. UN LIETO FINE
29 Gennaio 2018
LEZIONI DI FELICITÀ
13 Febbraio 2018

UNA PIZZA MERITOCRATICA

image_pdf
  • ,
  • La meritocrazia è un’organizzazione sociale che premia il merito.
  • In una società meritocratica la persona è valutata  e, se lavora, retribuita in base ai suoi meriti.
  • Paolo Polli è un ristoratore di Milano che ha deciso di aprire una pizzeria.
  • Desiderava, da un lato, premiare i suoi dipendenti riconoscendo loro “premi di produzione” come avviene nelle grandi aziende.
  • Voleva anche far emergere la sua pizzeria con una idea pubblicitaria vincente.
  • Polli, per raggiungere questi obiettivi,  ha riflettuto sulle sue esperienze di cliente di ristoranti, pizzerie, bar.
  • Polli racconta di essersi chiesto molto spesso uscendo da un locale: “Perché devo pagare lo stesso prezzo per una consumazione che mi soddisfa e per una consumazione che non mi soddisfa?”.
  • Polli ha deciso, quindi, che nella sua pizzeria, dopo aver consumato il proprio pasto, il cliente dà un voto all’esperienza.
  • Sono previsti tre voti:
    • migliorabile che significa esperienza insufficiente:
    • buono;
    • eccellente.
  • I prezzi variano di 1 euro in base al voto
  • Il cliente può dare il voto a ciò che ha mangiato e a ciò che ha bevuto (non si può dare un voto all’acqua e alle bibite in lattina).
  • I prezzi variano di 1 euro in base al voto.
  • In base alle votazioni, quindi,  una pizza e una birra possono costare dai 10 ai 14 euro.
  • Quando un cliente dà eccellente e la pizzeria incassa di più, il maggior guadagno va al personale.
  • Polli nota che questi incentivi stanno motivando molto il personale e che la qualità del servizio si sta modificando.
  • È ovvio che una pizzeria che non ha paura di farsi valutare dai clienti è un locale che punta sulla qualità.
  • Questa pizzeria, infatti, usa ottime materie prime, quasi tutte proveniente dalla Campania e lavora molto sugli impasti che fa con acqua minerale.
  • Il fatto più sorprendente che i clienti danno il voto onestamente e non si lamentano di pagare un po’ più caro un prodotto che hanno giudicato eccellente.
  • Sarebbe bello se partendo dalle pizze la meritocrazia potesse arrivare in altri settori produttivi!
Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.