UN SECOLO DI CANZONI. IL 1970 NEL MONDO - informazionefacile
UN SECOLO DI CANZONI. IL 1970 NEL MONDO
OSKAR SCHINDLER CI HA LASCIATI
21 Ottobre 2020
A PROPOSITO DI CHIUSURA DI CINEMA E TEATRI
27 Ottobre 2020
Mostra tutto

UN SECOLO DI CANZONI. IL 1970 NEL MONDO

image_pdfScarica PDF
  • La musica degli anni ’70  ha influenzato tutta la musica successiva, fino ai giorni nostri.
  • Sull’onda del Rock nacquero gruppi musicali che lo interpretarono in modi diversi e ne scrissero la storia.
  • Molti gruppi come The Who, Jefferson Airplane, Queen, Led Zeppelin, Pink Floyd, Deep Purple, Genesis si aggiunsero a Beatles e ai Rolling Stones, che erano fino ad allora i gruppi più celebri.
  • Sulla scia straniera, in Italia nacquero gruppi come i New Trolls, Equipe 84, Dik Dik, Premiata Forneria Marconi, Le Orme, Formula 3, Banco del Mutuo Soccorso, Nomadi.
  • La cultura hippie, i figli dei fiori, i movimenti pacifisti contro la Guerra in Vietnam e quelli giovanili della contestazione studentesca furono la spinta della protesta civile in musica.
  • Lo spirito del periodo era riassunto dallo slogan:

Fate l’amore non la guerra!

  • È  il 1969, con il celebre concerto di Woodstock, l’anno che però diede il via a questa ondata di ‘musica ribelle’.
  • Il Festival di Woodstock si tenne nell’Agosto del 1969 nella cittadina di Bethel, nello Stato di New York, e coinvolse 400 mila giovani che si radunarono in un’area gigantesca.
  • Si esibirono sul palco i più famosi cantanti e gruppi dell’epoca, dando vita a un evento che passò alla storia.
  • Nel 1970 uscì il film “Woostock, tre giorni di pace, amore e musica”, di Michael Wadleigh, che vinse l’Oscar come miglior documentario.
  • Ecco il trailer del film che evidenzia, tra le altre cose, la dimensione del pubblico che partecipò all’evento.
  • Uno dei brani più rappresentativi di quel concerto fu Volunteers (Volontari) eseguito dai Jefferson Airplane.
  • La canzone allude ai volontari (ma molti non lo erano) che partivano per la Guerra in Vietnam.
  • Ma in realtà si rivolge ai ‘volontari’ della nuova generazione americana, chiamata a una Rivoluzione per formare una società più libera e pacifica.

VOLUNTEERS. 
(1969)
(Balin – Kantner)

  • Ecco il testo della canzone:

Guarda cosa sta succedendo fuori nelle strade
C’è la rivoluzione, vai alla rivoluzione
Sto ballando giù nella strada
C’è la rivoluzione, vai alla rivoluzione

Non è divertente tutta la gente che incontro?
C’è la rivoluzione, vai alla rivoluzione

Una generazione è diventata vecchia
Una generazione ci ha messo l’anima
Questa generazione non ha nessuna meta da raggiungere
Basta piangere

È giunto il momento per te e per me
C’è la rivoluzione, vai alla rivoluzione
Forza adesso stiamo avanzando verso il mare
C’è la rivoluzione, vai alla rivoluzione
Chi continuerà (la rivoluzione) dopo di te?
Lo faremo noi, e noi chi siamo?

Siamo i volontari d’America
Volontari d’America
Volontari d’America
Volontari d’America

LET IT BE .
(1970)
(Paul McCartney)

  • Negli anni ’70 ci furono però anche molti gruppi e cantautori che seguirono una chiave musicale del tutto priva di quelle motivazioni politiche.
  • Avevano uno stile più melodico, con testi basati su storie individuali e temi sentimentali, come nello stile british dei Beatles.
  • Let it be dei Beatles è una significativa canzone del 1970.
  • Let it be, infatti,  è l’ultima canzone che i Beatles incisero per un disco singolo (45 giri) prima del loro scioglimento avvenuto proprio nel 1970.
  • L’ autore è Paul McCartney che fino ad allora aveva firmato i successi dei Beatles insieme a John Lennon.
  • La Madre Mary, citata nel testo è proprio la madre di Paul.
  • Paul  disse che la madre gli apparve in sogno consigliandogli di “lasciar correre”: “Let it be”, ovvero: “lascia che sia”.
  • Paul pensò che la madre si riferisse ai continui litigi nel gruppo dei Beatles, quelli che avrebbero portato al suo scioglimento.
  • Il brano raggiunse la vetta in tutte le classifiche mondiali, tranne che in Inghilterra dove si fermò al secondo posto.

  • Ecco il testo della canzone:

Lascia che sia, lascia che sia
Lascia che sia, lascia che sia
Sussurra parole di saggezza, lascia che sia
Lascia che sia, lascia che sia
Ah, lascia che sia, sì, lascia che sia
Sussurra parole di saggezza, lascia che sia
E quando la notte è nuvolosa
C’è ancora una luce che splende su di me
Splende fino a domani, lascia che sia
Io mi sveglio al suono della musica
Madre Mary viene da me
Con parole di saggezza, lascia che sia
Lascia che sia, lascia che sia
Lascia che sia, sì, lascia che sia
Oh, ci sarà una risposta, lascia che sia
Lascia che sia, lascia che sia
Lascia che sia, sì, lascia che sia
Ci sarà una risposta, lascia che sia
Lascia che sia, lascia che sia
Ah, lascia che sia, sì, lascia che sia
Sussurra parole di saggezza, lascia che sia

  • Sulla scia degli autori ‘disimpegnati’ politicamente, Lucio Battisti fu senza dubbio quello che, fra tutti, ebbe maggiore successo, grazie anche al suo paroliere Mogol.
  • Emozioni è la canzone che più di altre rappresenta quel tipo di canzone personale e romantica destinata ad influenzare molti cantanti italiani a venire.

SUCCESSI DELL’ANNO 1970.

  • Vi proponiamo il video-ascolto di alcuni brani datati 1970.

1.Venus

Shocking Blues

 

2. La Lontananza
Domenico Modugno

3. In The Summertime (In Estate)
Mungo Jerry

4. L’Appuntamento
Ornella Vanoni

 

5.Tema dal film ‘Borsalino’
Henry Mancini

6. Insieme
Mina

7. El condor pasa (Il passaggio del condor)
Paul Simon & Garfunkel

8. Mi ritorni in mente
Lucio Battisti

9. Mexico e nuvole
Enzo Jannacci

10. El pueblo unido jamás será vencido 
(Il popolo unito non sarà mai sconfitto)
Inti Illimani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *