TURCHIA: CHI È ÖCALAN - informazionefacile
TURCHIA: CHI È ÖCALAN
BARCELLONA: SCONTRI INDIPENDENTISTI/POLIZIA
20 Ottobre 2019
ONU: VENEZUELA E LIBIA NEL CONSIGLIO DEI DIRITTI UMANI
20 Ottobre 2019
Mostra tutto

TURCHIA: CHI È ÖCALAN

CHI È.

  • Abdullah Öcalan noto anche come Apo è un politico, leader del Partito dei Lavoratori del Kurdistan (PKK).
  • Dopo essere stato catturato a Nairobi, in Kenya, il 15 febbraio del 1999, è stato condannato a morte il 29 giugno del 1999 per attività separatista armata.
  • Turchia, Stati Uniti e Unione europea considerano la sua attività come terrorismo.
  • La pena è stata commutata in ergastolo nel 2002, quando la Turchia ha abolito la pena di morte.
  • Da allora è l’unico detenuto dell’isola-prigione di İmralı.

LA NASCITA E GLI STUDI.

  • Öcalan nasce ad Ömerli, un villaggio Dell’Anatolia Sud-Orientale il 4 aprile del 1948.
  • Dopo aver frequentato il liceo statale di una piccola città di provincia, si iscrisse alla facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Ankara.
  • Questa università negli anni della contestazione studentesca era particolarmente attiva in manifestazioni e nella partecipazione degli studenti ai movimenti di sinistra, ma caratterizzata dalla presenza anche di alcuni movimenti studenteschi di destra.
  • Dopo il colpo di Stato militare del 1971 molti studenti di sinistra preferirono lasciare gli studi o si trovarono costretti a farlo.
  • Öcalan si arruolò nel servizio civile.

ÖCALAN IL POPOLO CURDO E IL PKK.

  • Influenzato dalla situazione della popolazione curda,  Öcalan divenne un membro attivo della Associazione Democratica Culturale Dell’Est, un’associazione promotrice di diritti per il popolo curdo.
  • Nel 1977, fonda il Partito dei Lavoratori del Kurdistan (PKK), che lotta per l’autonomia del Kurdistan, contro i clan “feudali” che spadroneggiano sul territorio, per l’ecologia, per l’emancipazione della donna e per la distruzione del sistema patriarcale e capitalista.
  • Lo stesso anno, due militanti vengono uccisi dalla polizia.
  • Nel 1984, in seguito alla condanna a morte di 90 militanti da parte del governo turco, il PKK inizierà una campagna di conflitto armato con attacchi dei militanti contro le forze governative in Iraq, Iran, e Turchia col fine di creare uno Stato curdo indipendente.
  • Tra il 1984 e il 2003 circa 30.000 persone rimasero uccise nei conflitti che ne seguirono.
  • Alcune fonti sostengono che Öcalan sia stato aiutato dalla Siria a fondare il PKK, essendo la Siria interessata a destabilizzare la zona per rallentare i lavori della diga di Atatürk sull’Eufrate.
  • Questa diga, infatti,  avrebbe lasciato in mano alla Turchia il controllo sulle acque del fiume.
  • Anche la Grecia e l’Unione Sovietica, generalmente interessate a destabilizzare la Turchia, avrebbero appoggiato il PKK.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *