TERRAPIATTISTI IN VIAGGIO - informazionefacile
TERRAPIATTISTI IN VIAGGIO
L’uomo che si fece robot
19 Agosto 2020
INDIA: OSPIZI PER MUCCHE
8 Settembre 2020

TERRAPIATTISTI IN VIAGGIO

DA VENEZIA A PALERMO CERCANDO LA FINE DEL MONDO

image_pdf

I TERRAPIATTISTI.

  • I terrapiattisti sono persone convinte che la terra non abbia una forma sferica, ma sia piatta.
  • Secondo i terrapiattisti il Polo Nord è al centro della Terra mentre il Polo Sud circonda la Terra e la delimita.
  • Il sole e la luna sarebbero grandi uguali e disterebbero dalla Terra solo qualche centinaia di chilometri.
Ecco la Terra secondo i terrapiattisti
  • I terrapiattisti non credono alla forza di gravità e non credono al magnetismo terreste e nemmeno alla bussola.
  • Secondo un’indagine del 2018  di Yougov  (una società di sondaggi) il 7% degli americani dubita della forma della Terra e il 2% è convinto che sia decisamente piatta. Dunque il 9%, 29 milioni di persone, non accetta più come un dato di fatto che la terra sia rotonda.

TERRAPIATTISTI IN VIAGGIO.

  • Tre mesi fa, in pieno lockdown, 2 terrapiattisti di Venezia (un uomo e una donna di mezza età) sono partiti e, nonostante i divieti, hanno raggiunto Palermo.
  • Da Palermo sono andati a Termini Imerese, vicino a Palermo, e hanno venduto la loro auto per acquistare una barca a motore.
  • Il loro obiettivo era raggiungere Lampedusa per visitare la fine del mondo.
  • Secondo loro, infatti, la fine del mondo è vicino a quell’isola.
  • La loro inesperienza in fatto di navigazione, però, ha giocato un brutto scherzo.
  • Invece di arrivare a Lampedusa sono arrivati a Ustica.
  • Come si può vedere nella cartina qui sotto un errore non da poco.
  •  
In rosso la rotta che avrebbero dovuto seguire; in verde la rotta seguita dai terrrapiattisti.
  • La guardia costiera ha raggiunto i due naviganti e li ha riportati sulla terraferma.
  • Qui i due incauti terrapiattisti sono stati messi in quarantena.
  • Non contenti di aver attraversato l’Italia quando era vietato spostarsi i due veneziani sono scappati 2 volte.
  • La guardia costiera, con molta calma, li ha recuperati mentre rischiavano il naufragio poco lontano dalla costa.
  • Adesso, con grande felicità delle autorità siciliane, i due sono tornati a Venezia.
  • Il primo quotidiano a raccontare la loro odissea è stata La Stampa.
Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.