22 Settembre 2020 |

Tempo di lettura: 3'

TAMPONE PER CHI ARRIVA DALLA FRANCIA

IN FRANCIA I CASI DI CORONAVIRUS SONO IN AUMENTO
  • Lunedì 21 settembre il Ministro della Salute, Roberto Speranza ha introdotto l’obbligo del tampone o del test veloce per chi arriva da Parigi  e da alcuni dipartimenti francesi.
  • I dipartimenti sono: Alvernia-Rodano-Alpi, Corsica, Hauts de France, Ile de France (la regione della Capitale), Nuova Aquitania, Occitania, Provenza-Alpi-Costa Azzurra.
  • In Francia, infatti, ci sono  10mila contagi al giorno  di coronavirus contro i nostri 1.500 di media.
  • L’obbligo prevede che il risultato negativo del test effettuato 72 ore prima sia mostrato in entrata nel nostro Paese.
  • Nei porti e aeroporti si potrà  fare il test rapido, che fornisce una risposta in una ventina di minuti.
  • Il problema è che molti arrivano dalla Francia via terra, con auto e treni.
  • Per questo motivo  ci saranno controlli alla frontiera.
  • Il ministero ha, invece,  cancellato l’obbligo di quarantena per chi proviene dalla Bulgaria ed eliminato il divieto di ingresso assoluto dalla Serbia.
CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *