14 Gennaio 2024 |

Tempo di lettura: 12'

Sunniti e Sciiti. Chi sono. Perché se ne parla

I conflitti attuali citano spesso la divisione tra musulmani sunniti e sciiti. Proviamo a capire chi sono
sunniti e sciiti in breve

L’Islam è una religione praticata, nel 2023, da circa 2 miliardi persone, cioè il 25 per cento della popolazione mondiale.

L’Islam si divide in 2 rami con dottrine simili ma non uguali.

Origini storiche della divisione tra Sunniti e Sciiti.

Il ramo sunnita e il ramo sciita.

I due rami nascono alla morte di Maometto nel 632 dopo Cristo.

Una parte dei seguaci (i sunniti) avevano scelto come successore di Maometto il suo amico Abu Bakr.

Secondo gli altri (gli sciiti), il legittimo successore andava individuato tra i consanguinei di Maometto.

Sostenevano che il profeta avesse designato a succedergli Ali, suo cugino e genero.

La divisione tra i due rami dell’Islam divenne ancora più forte nel 680 d.C., quando i soldati del califfo sunnita uccidono il figlio di Ali.

Sunniti e Sciti oggi.

Oggi l’80 per cento dei musulmani è sunnita; il 20 per cento è scita.

Sunnita significa: seguace della Sunna (l’insegnamento di Maometto contenuto nel Corano).

Sciita significa: partigiani di Alì (“shiaat Ali”).

Tutti i musulmani credono che Allah sia l’unico dio, che Maometto sia il suo messaggero, e che ci siano 5 pilastri rituali dell’Islam (la testimonianza di fede, la preghiera, l’elemosina obbligatoria, il digiuno nel mese di Ramadan, il pellegrinaggio a La Mecca).

I sunniti basano la loro religiosità soprattuto sul rispetto di quanto è scritto mentre gli sciiti vedono nei loro leader religiosi, gli ayatollah un riflesso di dio sulla terra.

Le divisioni politiche tra Sunniti e Sciti oggi.

La divisione politica tra sunniti e sciiti aumenta quando nel 1979 l’ayatollah sciita Khomeini caccia lo scià e assume il potere in Iran.

LIran sciita si contrappone a tutti i paesi governati dai sunniti nel Golfo Persico.

Dal 1979 il blocco l’Arabia saudita guida il blocco sunnita; l’Iran il blocco sciita.

In generale gli sciiti, che sono minoranza, sono più poveri e spesso con pochi diritti rispetto ai musulmani sunniti.

Paesi a maggioranza sunnita (in verde) e Paesi a maggioranza scita (in rosso). Tratteggiati i Paesi contesi.

La guerra tra Israele e Gaza e la crisi del Mar Rossa rendono utile orientarsi nel mondo islamico.

Foto di © José Luiz Bernardes Ribeiro, Wikimedia Commons.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *