20 Agosto 2020 |

Tempo di lettura: 4'

Russia: il maggiore oppositore di Putin in terapia intensiva. Avvelenato?

navalny trasferito in carcere duro

IL FATTO.

  • Giovedì 20 agosto Alexei Navalny, il più importante e noto oppositore del presidente russo Vladimir Putin, è stato ricoverato in terapia intensiva per un presunto avvelenamento.
  •  La sua portavoce ha detto che Navalny aveva iniziato a star male  durante un volo.
  • L’aereo su cui viaggiava ha fatto  un atterraggio di emergenza a Omsk, in Siberia.
  • Navalny è stato ricoverato in terapia intensiva; è incosciente e respira grazie alle macchine.
  • La portavoce ha detto che i medici pensano che Navalny sia stato avvelenato con qualche sostanza mescolata con il tè che aveva bevuto  mattina prima di partire.

CHI È NAVALNY.

  • Navalny ha 44 anni ed è un giornalista che fatto molte inchieste su casi corruzione.
  • Navalny  nel corso degli anni è stato più volte arrestato e incarcerato per ragioni politiche.
  • Nel 2017 un attivista favorevole a Putin ha attaccato il giornalista  con una sostanza chimica, lasciandolo parzialmente cieco da un occhio. 
  • Nel 2019, mentre era in carcere per aver partecipato a una msnifestazione non autorizzata ha subito – probabilmente – un altro tentativo di avvelenamento.
CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *