4 Aprile 2019 |

Tempo di lettura: 5'

ROMA: VIOLENTE PROTESTE CONTRO I ROM

  • Circa 60 persone di etnia rom vivevano in centro di accoglienza a circa tre chilometri da Torre Maura.
  • Il Comune di Roma aveva deciso il loro trasferimento.
  • La struttura di accoglienza scelta dal Comune si trova. a Torre Maura, un quartiere periferico di Roma.
  • Martedì 2 aprile alcuni abitanti del quartiere si sono accorti dell’arrivo dei rom.
  • Sono arrivati  diversi militanti di organizzazioni di estrema destra (CasaPound, Forza Nuova e Azione Frontale).
  • Circa 300 persone hanno partecipato a un presidio molto violento davanti all’entrata del centro.
  • I manifestanti hanno  incendiato alcuni cassonetti, hanno malmenato gli operatori che trasportavano i panini per le famiglie rom.
  • I panini sono stati buttati a terra e calpestati;   poco prima delle 23 qualcuno ha dato fuoco a una macchina di servizio degli operatori del centro.
  • Intanto i manifestanti gridavano “devono morire di fame“.
  • La polizia è intervenuta più volte.
  • Martedì sera il Comune di Roma ha annunciato il trasferimento dei rom (su circaa 60 persone ci sono 33 bambini e 22 donne; 3 di queste donne sono incinte).
  • Mercoledì  3 aprile sera è iniziato il trasferimento.
  • I manifestanti hanno preso a calci e pugni un pulmino, gridando: “Italia, fascismo, rivoluzione”.
  • la procura di Roma ha aperto un’indagine per danneggiamenti e minacce con l’aggravante dell’odio razziale.
Nella foto i panini calpestati.
CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *