1 Luglio 2024 |

Tempo di lettura: 12'

Francia. Al primo turno delle elezioni politiche l’estrema destra di Marie Le Pen vince con più del 33 per cento

Il secondo turno del 7 luglio deciderà molte cose.
risultati primo turno legislative francia

DomenIca 30 giugno si è svolto in Francia il primo turno delle elezioni legislative.

L’affluenza al voto è stata molto alta: ha votato infatti 66,7 per cento degli elettori.

Perché si vota in Francia.

Il presidente francese Emmanuel Macron aveva convocato le elezioni dopo il risultato delle elezioni europee del 9 giugno.

Il partito di estrema destra di Marie Le Pen e Jordan Bardella, Rassemblement National (RN), aveva infatti ottenuto più del doppio dei voti del partito del presidente Macron.

I risultati del primo turno.

  1. Al primo turno il Rassemblement National (RN) era alleato con Eric Ciotti, il presidente dei Repubblicani, di destra. Hanno ottenuto insieme 33,15 per cento dei voti. RN da solo ha preso il 29,25 e la destra di Eric Ciotti ha preso da sola il 3,9.
  2. Il Nuovo Fronte Popolare (NFP), l’alleanza elettorale di sinistra che riunisce diversi partiti di sinistra, ha ottenuto invece il 27,99 per cento.
  3. La coalizione del presidente francese Emmanuel Macron si è fermato al 20,83 per cento.
  4. Il quarto partito più votato è stato quello dei Repubblicani, al 6,57 per cento.

Che cosa succede ora.

Domenica 7 luglio si svolgerà il secondo turno in tutte le circoscrizioni che non hanno eletto un candidato al primo. Avranno accesso al ballottaggio tutti i candidati che hanno ottenuto più del 12,5 per cento dei voti delle persone iscritte nelle liste elettorali (non dei votanti).

Al primo turno sono stati eletti appena 76 deputati, su un totale di 577.

39 sono dello schieramento di destra; 32 sono dello schieramento di sinistra e 2 della coalizione di Macron.

Ci saranno quindi molti ballottaggi dove i candidati saranno 3 o 4.

Scenari possibili.

La coalizione di sinistra ha annunciato che ritirerà i suoi candidati arrivati terzi nei seggi dove l’estrema desta è prima. In questo modo è probabile che l’elettore di sinistra voterà un candidato che si oppone all’estrema destra.

La coalizione di Macron ha detto che sceglierà caso per caso, in base a chi il candidato che si oppone all’estrema destra.

I Repubblicani pensano che il nemico da battere sia la sinistra quindi non ritireranno i propri candidati arrivati terzi.

I risultati dicono che la probabilità che il partito di Marine Le Pen riesca a conquistare la maggioranza dei seggi nell’Assemblea Nazionale è molto alta.

Foto di Anthony Choren su Unsplash.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *