28 Settembre 2023 |

Tempo di lettura: 10'

CASO REGENI. SI POSSONO PROCESSARE I 4 AGENTI ACCUSATI DELLA SUA MORTE

processo agenti morte regeni

IL FATTO.

Giovedì 27 settembre la Corte costituzionale ha deciso che il processo ai 4 agenti dei servizi segreti egiziani accusati dell’omicidio di Giulio Regeni può cominciare anche se gli imputati sono irreperibili.

La legge prevede che il processo non può avvenire se gli imputati non sono informati del processo.

Le autorità del Cairo non hanno mai fornito alle autorità italiane le informazioni necessarie per rintracciarli.

Per questo motivo il processo era bloccato.

Ora la Corte costituzionale ha deciso che il mancato aiuto dell’Egitto annulla l’obbligo di informare gli imputati.

Nel maggio del 2021 per l’uccisione di Regeni il tribunale di Roma rinviò a giudizio 4 ufficiali dei servizi segreti egiziani.

I reati contestati sono sequestro di persona pluriaggravato, concorso in lesioni personali gravissime e omicidio.

A fine 2020 l’Egitto aveva fatto sapere che non avrebbe collaborato con l’Italia nel processo.

GIULIO REGENI.

Giulio Regeni fu sequestrato al Cairo il 25 gennaio 2016.

Il suo corpo fu trovato una settimana dopo in una strada della città.

Il suo corpo era pieno di ferite e con varie fratture, anche a tutte le dita delle mani e dei piedi.

Aveva inoltre molti segni di bruciature di sigarette e di coltellate, anche sotto la pianta dei piedi.

Le autorità egiziane parlarono prima di un incidente stradale, poi di un omicidio avvenuto nel corso di una relazione omosessuale e infine di un regolamento di conti tra trafficanti di droga.

Regeni era un ricercatore universitario.

Si trovava in Egitto per svolgere una ricerca sui sindacati di base egiziani per conto dell’Università di Cambridge.

Secondo i magistrati romani i servizi segreti egiziani torturarono e uccisero Regeni perché ritenuto una spia.

A denunciarlo sarebbe stato il leader del sindacato degli ambulanti, che Regeni aveva incontrato per la sua ricerca sui sindacati.

LEGGI ANCHE: ROMA: GIÀ SOSPESO IL PROCESSO PER L’OMICIDIO DI GIULIO REGENI

CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *