20 maggio giornata mondiale delle api: l' importanza delle api
PERCHÉ IL  20 MAGGIO È LA GIORNATA MONDIALE DELLE API?
CHE PREVEDE LA LEGGE “SALVA MARE”
17 Maggio 2022
usa manca il latte per i neonati
NEGLI USA MANCA IL LATTE IN POLVERE PER I NEONATI
24 Maggio 2022

PERCHÉ IL  20 MAGGIO È LA GIORNATA MONDIALE DELLE API?

CHI ERA ANTON JANSA PRIMO APICULTORE SCIENTIFICO

un'ape su una foglia

 

  • L’ Assemblea generale delle Nazioni Unite ha istituito questa ricorrenza  solo nel 2017.
  • Il 20 maggio è una data simbolicamente importante per l’apicoltura.

ECCO PERCHÉ IL 20 MAGGIO È LA GIORNATA MONDIALE DELLE API. 

  • Questa data coincide con la nascita di Anton Janša.
  • Janša  è un allevatore e apicoltore sloveno. 
  • È  vissuto nel 1700 ed è uno degli inventori  dell’apicoltura razionale.
  • La Slovenia oggi è una repubblica indipendente, in passato ha fatto parte della Jugoslavia.
20 maggio giornata mondiale delle api. Cartina della Slovenia
La cartina con evidenziata la Slovenia.
  • Nel 1700, invece, la Slovenia faceva parte dell’Impero Austro-Ungarico.
  • Per questo motivo Janša visse a Vienna presso la corte imperiale dove divenne il primo professore di apicoltura. 
  • Janša era anche molto bravo a dipingere.
  • Al  Museo dell’apicoltura in Slovenia ( Radovljica) è ancora possibile vedere le sue bellissime arnie dipinte.
20 maggio giornata mondiale delle api. Un'arnia dipinta da Anton Janša
Un’arnia dipinta da Anton Janša. (https://commons.wikimedia.org/wiki/File:JansevCebelnjak1.jpg#/media/File:JansevCebelnjak1.jpg
  • Le api ci servono: questo lo sanno  tutti.
  • Le api ci aiutano  a produrre il 75 per cento delle colture alimentari mondiali. 
  • Infatti quasi l’80% delle piante alimentari richiede l’impollinazione da parte delle api e degli altri impollinatori. 
  • Eppure, secondo uno studio Greenpeace e Coldiretti la popolazione delle api in Europa si è ridotta del 53 per cento.
  • Negli Stati Uniti la situazione è ancora peggiore.
  • Gli apicoltori USA stimano che le loro api siano diminuite tra il 50 e il 90 per cento.
  • L’inquinamento, i cambiamenti climatici e l’uso massiccio di pesticidi sono i responsabili di questo fenomeno.
  • Cliccando QUI è possibile accedere alla campagna di Greenpeace  “Salviamo le api!” e firmare la petizione.

L’immagine dell’ape: Foto di Erik Karits in Unsplash

Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.