26 Ottobre 2019 |

Tempo di lettura: 6'

OMICIDIO DI ROMA. UNA MADRE. LA DROGA.

  • La sera di mercoledì 23 ottobre a Roma un ragazzo, Luca Sacchi, era stato ucciso da un colpo di pistola all’uscita di un pub.
  • Due ragazzi romani erano ricercati per l’omicidio.
  • Sembrava che l’omicidio fosse il risultato di un tentativo di scippo finito male.
  • La fidanzata del ragazzo ucciso, Anastasiya ucraina di 25 anni, infatti era stata aggredita per strapparle lo zaino.

L’IDENTIFICAZIONE.

  • Venerdì  sono stati arrestati Valerio Del Grosso e Paolo Pirino.
  • I due arrestati hanno 21 anni e vivono a San Basilio, quartiere periferico nel nordest di Roma.
  • Del Grosso e Pirino sono stati fermati per omicidio volontario in concorso e rapina; ora si trovano nel carcere di Regina Coeli.
  • I due ragazzi sospettati dell’omicidio sono stati individuati grazie ai testimoni, alle telecamere di sorveglianza e alla madre di Del Grosso.
  • La donna, giovedì sera,  con coraggio si è presentata al commissariato di San Basilio a denunciare i suoi sospetti insieme a un altro figlio.
  • Del Grosso ha precedenti per percosse, Pirino per droga.

 

 

LA DROGA.

  • Lo zainetto scippato alla ragazza è stato ritrovato: conteneva 2 mila euro.
  • Gli investigatori ritengono che i soldi dovessero servire per acquistare droga (hascisc).
  • Il capo della polizia Franco Gabrielli, che ha detto: «Gli accertamenti dell’autorità giudiziaria  non ci raccontano la storia di due poveri ragazzi scippati».
  • Gabrielli ha proseguito dicendo: »Lo dico tenendo sempre ben presente che stiamo parlando della morte di un ragazzo di 24 anni. Questo dovrebbe imporre ad ognuno di noi un atteggiamento di grande riflessione e rispetto».

 

CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *