NUCLEARE E ENERGIE RINNOVABILI - informazionefacile
NUCLEARE E ENERGIE RINNOVABILI
ABBASSARE IVA SUGLI ASSORBENTI
IL GOVERNO PROPONE LA RIDUZIONE DELL’IVA SUGLI ASSORBENTI
23 Ottobre 2021
LA CARNE VEGETALE STAMPATA IN 3D
21 Novembre 2021

NUCLEARE E ENERGIE RINNOVABILI

Il nucleare nella transizione ecologica.

nucleare
image_pdfimage_print
  • Tra pochi giorni inizierà il G20 di Roma (30-31 ottobre 2021).
  • Il G20 è un incontro di ministri, capi di Governo e di Stato per favorire lo sviluppo economico internazionale.
  • Anche COP26 di Glasgow è imminente (31 ottobre-12 novembre 2021).
  • La COP26 è la conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici.
  • La transizione ecologica è il processo di innovazione tecnologica per affrontare l’emergenza climatica e per tutelare l’ambiente.
  • In merito al processo della transizione ecologica, si discute sul ruolo del nucleare.
  • L’energia nucleare è prodotta a seguito di reazioni nucleari, cioè di trasformazioni fisiche dei nuclei degli atomi.
  • L’atomo è una piccolissima unità di materia.
  • Nell’articolo cerchiamo di spiegare in modo chiaro e breve:
    • L’emergenza climatica.
    • La petizione contro il nucleare.
    • I Paesi europei e il nucleare.
    • I sostenitori del nucleare.
    • Gli effetti del nucleare.
    • L’Intervento dell’Agenzia internazionale per l’Energia Atomica (AIEA).
    • Gli ecologisti e i pacifisti.

L’EMERGENZA CLIMATICA.

  • Il 6° rapporto IPCC delle Nazioni Unite ha ribadito l’allarme sull’emergenza climatica.
  • Esperti nell’ambito del cambiamento climatico hanno sviluppato il rapporto IPCC.
  • Il rapporto dice che:
    • Bisogna agire velocemente e in modo radicale.
    • Bisogna fermare l’innalzamento della temperatura della terra.
    • La temperatura non deve innalzarsi di più di 1 grado e mezzo.
    • Il rischio è che la temperatura invece si alzi di oltre 3 gradi.

LA PETIZIONE CONTRO IL NUCLEARE.

  • La petizione di rispettarereferendum https://www.petizioni.com/rispettarereferendum chiede al governo italiano di Draghi di prendere una posizione contro il nucleare.
  • La petizione chiede di rifiutare l’energia nucleare nella transizione ecologica.
  • Rispettarereferendum chiede dunque che il governo di Draghi segua la Germania.
  • La Germania ha, infatti, deciso di chiudere le sue centrali nucleari entro il 2022.
  • Le Nazioni Unite e gli scienziati stanno facendo molta pressione sulla Commissione UE (una delle principali istituzioni dell’Unione Europea) perché decida in questo senso.

I PAESI EUROPEI E IL NUCLEARE.

  • 10 Paesi europei, con a capo la Francia, sono invece forti sostenitori dell’energia nucleare.
  • I sostenitori dell’energia nucleare sono:
    • Francia,
    • Bulgaria,
    • Croazia,
    • Repubblica Ceca,
    • Finlandia,
    • Ungheria,
    • Polonia,
    • Romania,
    • Slovacchia.

I SOSTENITORI DEL NUCLEARE.

  • I 10 Paesi europei sostenitori del nucleare vogliono inserire il nucleare tra le energie rinnovabili.
  • L’obiettivo è camuffare la scelta a favore del nucleare come una scelta a favore del clima.
  • Considerare il nucleare come una fonte di energia rinnovabile ha come effetto non dover ridurre le fonti di energia fossili (come carbone e petrolio).
  • Infatti se l’energia nucleare diventa rinnovabile – aumenterebbe la percentuale di energie rinnovabili usate.
  • Inserire il nucleare tra le energie rinnovabili, però, non ha senso.
  • L’inquinamento radioattivo del nucleare è infatti enorme.
  • Ed è sicuramente contro gli accordi internazionali per il clima.

GLI EFFETTI DEL NUCLEARE.

  • Se l’Europa dovesse sostenere il nucleare come energia rinnovabile, avremmo come effetto:
    • I fondi del Next Generation EU andrebbero anche all’industria di stato francese (Areva).
    • Il Next Generation EU è il fondo per la ripresa economica dopo la pandemia.
    • Le vecchie centrali nucleari russe in Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria, Bulgaria funzionerebbero per altri 40 anni.
    • Ricordiamo a ricerca sul nucleare civile è infatti anche la base per le armi nucleari.
    • I finanziamenti europei per le energie rinnovabili, quindi, andrebbero a sostenere le attività militari.

L’INTERVENTO DELL’AGENZIA INTERNAZIONALE PER L’ENERGIA ATOMICA (AIEA).

  • L’Agenzia internazionale per l’Energia Atomica (AIEA) ha pubblicato un intervento per la Cop26.
  • Il rapporto è Nuclear Energy for a Net Zero World, cioè Energia nucleare per un mondo a zero emissioni.
  • I sostenitori dell’iniziativa sono, non a caso. potenze nucleari militari:
    • Stati Uniti,
    • Cina,
    • Russia,
    • Francia,
    • Gran Bretagna.
  • Il testo sostiene che il nucleare sia energia pulita.
  • Qui potete trovare il rapporto https://www.iaea.org/resources/brochure/nuclear-energy-for-a-net-zero-world.
  • Il rapporto:
    • sottolinea l’importanza del nucleare fino ad oggi.
    • sostiene che il nucleare possa sostituire i combustibili fossili, soprattutto il carbone.
    • afferma che il nucleare può lavorare insieme alle fonti rinnovabili dell’eolico (del vento) e solare (del sole).
    • incoraggia agli investimenti pubblici e privati nell’energia nucleare.
    • afferma che il nucleare ha un impatto neutro sull’ambiente.
    • aggiunge che l’estensione della durata del funzionamento delle centrali nucleari a 60 anni garantirebbe basse emissioni di carbonio.
    • afferma che l’investimento nel nucleare produrrebbe quasi 400 mila posti di lavoro in 10 anni.

GLI ECOLOGISTI E I PACIFISTI.

  • Gli ecologisti e pacifisti si stanno organizzando in direzione opposta.
  • Gli ecologisti e pacifisti vogliono:
    • Abbandonare il nucleare, sia civile che militare.
    • Il disarmo, cioè rinunciare alle armi.
  • Le guerre e le attività militari hanno infatti un impatto ambientale enorme.
  • Producono, infatti, circa il 20 per cento delle emissioni globali.
  • Si chiede quindi il taglio delle spese militari e della produzione di armi.
  • Si chiede, inoltre, di cessare ogni conflitto.

C’è un appello in questo senso degli ecopacifisti scozzesi per una mobilitazione internazionale su pace e clima da svolgersi nella giornata del 4 novembre.

Maggiori informazioni su questa iniziativa è possibile trovarle sul blog collettivo: https://paceeclimaallacop26.cms.webnode.it/4novembre/.

Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *