1 Marzo 2020 |

Tempo di lettura: 4'

NAPOLI: HA 15 ANNI. TENTA UNA RAPINA. CARABINIERE LO UCCIDE.

IL FATTO.

  • La notte di domenica 1 marzo a Napoli un ragazzo di 15 anni tenta di rapinare una coppia.
  • La coppia stava posteggiando l’auto in centro, in via Santa Lucia.
  • Alla guida dell’auto c’era un carabiniere in borghese.
  • Il ragazzo di 15 anni minaccia con una pistola il carabiniere; il carabiniere spara 3 colpi e uccide il ragazzo.
  • L’arma del giovanissimo rapinatore era un’arma giocattolo.
  • Il carabiniere dice che, prima di sparare, aveva detto al ragazzo di essere un carabiniere.
  • Per il momento chi fa le indagini considera l’azione del carabiniere legittima difesa.

LA REAZIONE DEI PARENTI DEL RAGAZZO.

  • I parenti e gli amici del ragazzo sono andati al Pronto Soccorso dell’ Ospedale Pellegrini dove era stato portato il ragazzo.
  • Queste persone devastano il Pronto Soccorso e insultano chi sta lavorando.
  • La direzione sanitaria  è costretta a chiudere il Pronto Soccorso perché è inagibile.
  • Nella notte un ragazzo di 16 anni si è costituito perché aveva partecipato al tentativo di rapina
Napoli. Il Pronto Soccorso dopo la furia dei parenti
CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *