Vicenda Mimmo Lucano in breve. Da sindaco dell'accoglienza al carcere
MIMMO LUCANO CONDANNATO A 13 ANNI
IN 2 GIORNI 11 MORTI SUL LAVORO
29 Settembre 2021
OGGI SI VOTA IN MOLTI COMUNI
3 Ottobre 2021

MIMMO LUCANO CONDANNATO A 13 ANNI

L'EX SINDACO CHE AVEVA FATTO DI RIACE UN MODELLO DI ACCOGLIENZA

  • In questo articolo vi presentiamo la vicenda di Mimmo Lucano in breve.
  • Ieri 30 settembre il tribunale ha condannato Mimmo Lucano, ex-sindaco di Riace a 13 anni e 2 mesi di carcere.
  • La pena stabilita dal giudice è addirittura quasi il doppio di quella richiesta dall’accusa.
  • Che cosa è accaduto?

PREMESSA: L’ACCOGLIENZA DEI MIGRANTI È POSSIBILE.

  • Mimmo Lucano è un insegnante e attivista politico; ha 62 anni ed è calabrese.
  • Nel 1998 Lucano abita a Riace, un paese di 2 mila abitanti,  in provincia di Reggio Calabria.
  • Il 1° luglio 1998, insieme ad alcuni abitanti di Riace, accoglie alcune persone curde che sbarcano sulla costa di Riace.
  • Riace, come molti paesi calabresi, è nato sulle colline della costa ionica.
Vicenda di Mimmo Lucano in breve. Il borgo antico di Riace
Il borgo antico di Riace
  • Nel corso degli anni Riace, come molti paesi della Calabria, ha sviluppato una secondo centro abitato: Riace Marina. 
Mimmo Lucano: storia in breve da sindaco dell'accoglienza alla condanna: Riace Marina
Case di Riace Marina
  • Nel 1999  Mimmo Lucano fonda l’associazione “Città Futura”.
  • Obiettivo dell’Associazione è ridare vita al vecchio centro di Riace e accogliere migranti integrandoli nel paese.
  • La maggior parte degli abitanti di Riace, infatti, hanno abbandonato il borgo storico e si sono trasferiti a  Riace marina.
  • Il progetto di Lucano convince gli abitanti di Riace che lo eleggono sindaco 3 volte.
  • Lucano è stato, infatti, sindaco di Riace dal 2004 al 2018.
  • Riace diventa un modello per una gestione  solidale dell’emergenza dei flussi migratori. 
  • i migranti ricevono dal comune di Riace case disabitate del centro storico del paese e aiutati ad aprire laboratori commerciali.
  • Nel 2010 Lucano è al terzo posto nella classifica mondiale dei migliori sindaci (World Mayor).
  • Sempre nel 2010 il famoso regista Wim Wenders dedica a Lucano un cortometraggio: Il volo.
  • Nel 2016 la rivista americana Fortune mette Lucano tra i 50 leader più importanti al mondo.

ARRIVANO I GUAI.

  • Nel 2016 la prefettura di Reggio Calabria invia un ispettore a Riace.
  • La relazione dell’ispettore sull’operato di Lucano è negativa: parla di “criticità per gli aspetti amministrativi e organizzativi”.
  • Altre 2 relazioni, però, sono positive e la Prefettura cambia opinione.
  • Nel 2017 la magistratura apre un’indagine e accusa Lucano di truffa e concussione.
  • Il Ministro dell’Interno del governo Gentiloni, Marco Minniti (Partito Democratico), esclude il comune di Riace dai finanziamenti statali per il sistema d’accoglienza.
  • Nel 2018 diventa ministro dell’interno Matteo Salvini.
  • Intanto , il 2 ottobre 2018, Lucano è arrestato (arresti domiciliari). 
  • Lucano riceve molte prove di solidarietà.
  • Le accuse per Lucano (e altre 31 persone) sono:
    • aver organizzato un matrimonio di comodo per aiutare una migrante ad avere il permesso di soggiorno. (Non è chiaro se questo matrimonio è avvenuto);
    • aver affidato la raccolta rifiuti a 2 cooperative in modo regolare. (A Riace la raccolta rifiuti impiegava asinelli).I
  • Poco dopo il divieto di soggiornare a Riace sostituisce gli arresti domiciliari.
  • Nel 2019 Lucano è  rinviato a giudizio;  è accusato anche di:
    • aver rilasciato documenti d’identità a una donna Eritrea e al suo bambino anche se la donna non aveva il permesso di soggiorno;
    • aver dato in comodato d’uso a migranti 3 appartamenti senza certificato di abitabilità.

CONCLUSIONE. TEMPORANEA?

  • Questi “reati”sono costati a Lucano una condanna a 13 anni e 2 mesi.
  • I suoi avvocati hanno detto che sia la condanna sia la gravità della pena sono incomprensibili.
  • Hanno detto, inoltre, che questo è il primo grado di giudizio e che sono sicuri che i successivi gradi di giudizio modificheranno la decisione.
  • Gli avvocati di Lucano lavorano gratis, perché Lucano non ha denaro per difendersi.
  • Dopo la condanna Lucano ha detto: “Questa è una vicenda inaudita. Sarò macchiato per sempre per colpe che non ho commesso. Mi aspettavo un’assoluzione…Mi sono immaginato di contribuire al riscatto della mia terra ed è stata un’esperienza indimenticabile, fantastica. Però oggi devo prendere atto che è finito tutto”.

Condividi l'articolo

3 Comments

  1. Roberta Isastia ha detto:

    ottimo articolo.
    vorrei postarlo sulla pagina fb di A.ita Piemonte. Come?
    Non si riesce a dare la possibilità di condividere autonomamente gli articoli, su fb o su wattsapp, senza aspettare che qualcuno del progetto lo faccia? Grazie

  2. Marcella ha detto:

    Articolo ben riportato, anche con la possibilità di ascoltarlo mentre si legge, e con qualche approfondimento.
    Non riesco però a scaricare il testo, non vedo in fondo alla pagina scarica pdf, solo se li scarico tutti. C’è un elenco di articoli dl quale scaricare solo quelli che interessano?
    Ideato e modificato molto bene per gli afasici.
    Grazie
    Marcella Spirandelli (logopedista in pensione)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *