11 Dicembre 2023 |

Tempo di lettura: 11'

Finisce il mercato tutelato dell’energia

mercato tutelato fine

IL FATTO.

Da fine novembre il dibattito politico si è concentrato sulla fine del mercato tutelato (o a maggior tutela) per l’energia elettrica e il gas.

Il mercato tutelato permette di acquistare i servizi di fornitura di energia elettrica e gas a prezzi e condizioni contrattuali definiti dall’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente (Arera).

Il mercato tutelato finirà a inizio 2024.

Finisce il 10 gennaio 2024 per le forniture di gas e il 1º aprile del 2024 per le forniture di energia elettrica.

IL PERCORSO.

Nel 2017 la legge annuale sulla concorrenza ha fissato al 1° luglio 2019 la cessazione del regime di maggior tutela nel settore del gas e dell’energia elettrica.

La scadenza fissata al 1° luglio 2019 è stata prorogata varie volte.

Il governo Draghi ha poi inserito la liberalizzazione del mercato dell’energia tra gli obiettivi del PNRR (Piano nazionale di ripresa e resilienza).

La proroga del il mercato tutelato è, quindi, diventata difficile.

CHE COSA ACCADE NEL 2024.

Entro gennaio e aprile tutte le persone che ancora hanno un contratto sul mercato tutelato devono scegliere un’offerta nel mercato o libero.

Possono cambiare fornitore o accettare una nuova offerta del proprio.

Il mercato tutelato rimarrà, però, disponibile per alcune categorie protette,.

Sono le persone con più di 75 anni, persone con ISEE entro gli 8.107,5 euro, disabili e chi vive in abitazioni di emergenza dopo eventi calamitosi.

MERCATO LIBERO E MERCATO TUTELATO.

Secondo i dati di Arera, nel 2022 circa il 65 per cento delle famiglie in Italia era un cliente del mercato libero, mentre il 35 per cento del mercato tutelato (circa 10 milioni di famiglie).

La percentuale delle famiglie nel mercato libero è in costante crescita da 15 anni.

Nel mercato tutelato Arera stabiliva il costo dell’elettricità e del gas in base alle condizioni di mercato.

In teoria questo sistema garantisce il prezzo più basso possibile per i consumatori, ma non elimina il rischio dei rincari, perché il prezzo non è bloccato.

Nel mercato libero spesso i fornitori offrono un prezzo bloccato o per fasce orarie.

Per approfondire leggi: La fine del mercato tutelato farà aumentare le bollette?

CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *