17 Gennaio 2024 |

Tempo di lettura: 13'

Lo Yemen e la guerra Israele-Hamas

I ribelli Houti bombardano il Mar Rosso. Di lì passa il 40 per cento delle merci di tutto il mondo.

Il fatto.

Dai primi giorni di dicembre 2023 i trasporti commerciali nel Mar Rosso sono difficili.

Gli Houti sono una tribù sciita che controlla la parte occidentale dello Yemen.

Controlla quindi anche lo stretto che consente il passaggio delle navi dal Mar Rosso all’Oceano Indiano.

La linea rossa indica il viaggio dal Mediterraneo all’ Oceano Indiano passando per Suez e lo stretto controllato dagli Houti.

Da quando gli Israeliani assediano Gaza, gli Houti bombardano molte navi che passano attraverso questo stretto.

I bombardamenti sono una ritorsione contro l’invasione di Gaza.

Gli Houthi sostengono che continueranno ad attaccare le navi finché il governo israeliano non consentirà l’ingresso di cibo e aiuti nella Striscia di Gaza.

Molte compagnie di trasporti internazionali hanno sospeso i viaggi attraverso il mar Rosso.

Questo provoca una grossa crisi commerciale.

Dal Mar Rosso passa, infatti, il 12 per cento del commercio globale e il 30 per cento del traffico dei container.

Per evitare il Mar Rosso bisogna circumnavigare l’Africa.

Questo viaggio richiede circa 2 settimane in più di navigazione.

In giallo il viaggio che prevede la circumnavigazione dell’Africa.

I bombardamenti contro gli Houti in Yemen.

Il 12 gennaio una coalizione di paesi guidata dagli Stati Uniti ha bombardato diversi siti militari usati dai ribelli Houthi in Yemen, in risposta agli attacchi contro le navi mercantili in transito nel mar Rosso.

Gli Houthi hanno risposto dicendo che il gruppo non smetterà di attaccare navi dirette verso Israele nel mar Rosso. Ci sono state anche grosse manifestazioni in diverse città dello Yemen dove si sono radunate centinaia di migliaia di persone.

La guerra in Yemen.

Da circa 10 anni nello Yemen è in atto una guerra civile.

Nel 2014 gli Houti, una tribù sciita dello Yemen, ha cacciato il governo dello Yemen internazionalmente riconosciuto.

Per questo motivo si parla di “ribelli” Houti.

Oggi gli Houti controllano la parte nord-occidentale dello Yemen compresa la capitale Sa’na’.

Il governo yemenita, invece, controlla la parte orientale e la città di Aden.

L’Iran (sciita) sostiene gli Houti, mentre l’Arabia Saudita (sunnita) sostiene il governo yemenita.

Per questo motivo molti analisti politici ritengono che la guerra dello Yemen sia una guerra “per procura”.

Una guerra, cioè dove 2 grandi potenze si scontrano sostenendo fazioni opposte di una guerra, ma senza guerreggiare direttamente l’una contro l’altra.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *