21 Novembre 2018 |

Tempo di lettura: 4'

L’EUROPA BOCCIA LA MANOVRA ECONOMICA DELL’ITALIA

SI AVVICINA LA PROCEDURA D’INFRAZIONE.

  • Il 21 novembre la commissione europea ha bocciato la Finanziaria italiana per il 2019.
  • La commissione europea ha pubblicato un rapporto sull’evoluzione del debito italiano.
  • Questo è il primo passo verso l’apertura di una procedura di infrazione per debito eccessivo.
  • L’Europa  prevede che il debito italiano resti intorno al 131% del PIL  (Prodotto Interno Lordo) nei prossimi due anni.

CHE COSA ACCADE ORA.

  • La commissione europea raccomanda l’apertura di una procedura d’infrazione, ma chi deciderà sarà il Consiglio Europeo cioè l’assemblea dei 28 capi di Stato che formano l’Unione Europea.
  • La procedura d’infrazione dovrebbe aprirsi tra fine dicembre e inizi gennaio.
  • L’Italia avrà poi dai 3 ai 6 mesi di tempo per rispondere e correggere la manovra.
  • Fino ad oggi nessuna procedura d’infrazione è andata fino in fondo (applicando, cioè, le pesanti misure economiche previste).
  • Il governo italiano, però, fino ad oggi è sembrato molto disinteressato al dialogo con l’Unione Europea.
CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *