SAMAN ABBAS LA RAGAZZA PAKISTANA SPARITA E FORSE UCCISA
SAMAN ABBAS LA RAGAZZA PAKISTANA SPARITA
MORTI SUL LAVORO IN BREVE UN’ANALISI
3 Giugno 2021
SAMANTHA CRISTOFORETTI AL COMANDO DI UNA STAZIONE SPAZIALE INTERNAZIONALE
8 Giugno 2021

SAMAN ABBAS LA RAGAZZA PAKISTANA SPARITA

PROBALIMENTE LA SPARIZIONE NASCONDE UN FEMMINICIDIO

image_pdfScarica PDF
  • Saman Abbas è una ragazza pakistana di 18 che risiede con la famiglia a  Novellara, in provincia di Reggio Emilia.

  • Il padre lavora da anni in un’azienda agricola.

  • Secondo persone che conoscevano la famiglia Saman non usciva quasi mai di casa e non poteva frequentare la scuola.
  • Saman attraverso i social si era fidanzata con un ragazzo suo connazionale. 
  • La famiglia, però, voleva che Saman sposasse un cugino  che abita in Pakistan.
  • Già 2 anni fa la ragazza voleva denunciare il padre per questo abuso, ma non lo aveva fatto.
  • Lo scorso dicembre, invece, aveva denunciato i genitori alla polizia.
  • Da allora  una struttura gestita dai servizi sociali nel bolognese aveva ospitato Saman.
  • L’11 aprile Saman aveva deciso di lasciare la comunità per tornare a casa dei genitori.
  • Forse voleva riavere i suoi documenti.

LA SVOLTA DELLE INDAGINI.

  • Il 5 maggio i carabinieri che volevano capire la situazione della ragazza, hanno trovato in casa  solo Danish, uno zio della ragazza e il fratello minore di 16 anni.
  • Proprio in quei giorni, infatti,  i genitori erano tornati di fretta in Pakistan.
  • Lo zio e il fratello hanno dato notizie discordanti sui movimenti di Saman.
  • Questo fatto ha fatto insospettire i carabinieri.
  • Il 10 maggio la polizia di Imperia ha controllato lo zio, 2 cugini e il fratello minorenne della ragazza.
  • Il ragazzo, in quanto minorenne, è stato affidato a una comunità.

LE DICHIARAZIONI DEL FRATELLO MINORE DI SAMAN.

  • Qui il ragazzo, finalmente al sicuro ha raccontato di essere certo che lo zio ha ucciso Saman.
  • Il ragazzo ha anche detto di aver chiesto allo zio dove aveva sepolto la ragazza.
  • Lo zio, però,  aveva risposto di non poterglielo dire.
  • Il ragazzo, inoltre, dice che lo zio lo ha minacciato di ucciderlo se avesse parlato.
  • Infine il ragazzo ha detto che in famiglia tutti avevano paura di zio Danish perché è un uomo molto violento.
  • Il fidanzato di Saman ha detto che la ragazza gli telefonava di nascosto con il cellulare della madre.
  • Il ragazzo ha detto anche che la ragazza aveva molta paura di essere uccisa.
  • Ci sono, inoltre, 2 video di sorveglianza.
  • Il primo del 29 aprile,  mostra lo zio Danish con 2 altri uomini che vanno verso i campi con una pala e altri attrezzi.
  • il secondo video, del 30 aprile, mostra Saman che si avvia verso i campi con padre e madre.
  • Poco dopo il padre e la madre rientrano senza la figlia.
  • Il 30 maggio  la polizia francese ha fermato un cugino della ragazza (una delle persone che appare nel video del 29 maggio).
  • Il ragazzo era stato fermato perché non aveva i documenti in ordine.
  • In seguitola polizia ha arrestato il ragazzo  arrestato perché contro di lui era stato spiccato un mandato di cattura internazionale.
  • L’Italia ha chiesto che il ragazzo sia estradato in Italia.
  • I verbali dei carabinieri riportano anche un messaggio dello zio che avrebbe detto a una persona a lui vicina via chat: «Abbiamo fatto un lavoro fatto bene».
     
  • Tutto lascia immaginare che la sparizione di Saman sia un femminicidio.

DUE MONDI OPPOSTI.

  • Queste 2 foto spiegano molto bene il contrasto tra Saman e i suoi genitori.
  • La prima foto, qui sotto, mostra Saman come la vedono e la vogliono genitori. 
La foto mostra Saman Abbas vestita con il velo come volevano i genitori
  • Questa foto mostra come si vedeva e come voleva essere Saman.
Saman Abbas come voleva essere: in abiti occidentali
  • Queste foto, cosi distanti e opposte, spiegano come la visione della femminilità e, più in generale del mondo siano inconciliabili.

IL PAKISTAN.

  • Nel 1947 la Gran Bretagna decise di porre fine al suo dominio in India.
  • L’India, infatti, era una colonia inglese.
  • I politici musulmani che vivevano in India chiesero uno Stato separato per i cittadini musulmani che vivevano in India.
  • Il 14 agosto 1947 nasce il Pakistan unendo le regioni orientali e nord-occicentali dell’India dove la popolazione era in maggioranza musulmana.
  • Questa spartizione dell’India causò violenti scontri sia in India sia nel Pakistan.
  • Gli scontri causarono 1 milione di morti.
  • Inoltre 7 milioni di musulmani si trasferirono dall’India al Pakistan mentre 5 milioni di persone di religione indù e sikh emigrarono dal Pakistan all’India.
Il Pakistan e l’India

ECCO QUI LA VERSIONE DELLA NOTIZIA SCRITTA IN CAA (COMUNICAZIONE AUMENTATIVA ALTERNATIVA)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *