LA RAGAZZA CON LA LEICA - informazionefacile
LA RAGAZZA CON LA LEICA
POVERI E OBESI
9 Ottobre 2017
MORIRE DI LAVORO IN GIAPPONE
29 Ottobre 2017

LA RAGAZZA CON LA LEICA

A photograph of a woman in Barcelona, Spain training for a Republican militia in August 1936, taken by Gerda Taro. Now, 70 years after Ms. Taro’s death at age 26, the first major exhibition of her work begins Sept. 26 at the International Center of Photography in Manhattan. Many of Ms. Taro’s sympathetic and graphic photographs of supporters of the Spanish Republic will be seen for the first time.

image_pdf
  • A settembre  2017 l’editore Guanda ha pubblicato il libro La Ragazza con la Leica.
  • L’autrice è Helena Janeczek, scrittrice italo-tedesca che vive in Italia e scrive in italiano.
  • Il libro racconta la vita di Gerda Taro.
  • Chi è Gerda Taro?
IN GERMANIA
  • Il vero nome  di Gerda Taro era Gerta Pohorylle.
  • Gerta nasce a Stoccarda da una famiglia di ebrei polacchi il primo agosto 1910.
  • Ancora molto giovane Gerta partecipa ai movimenti studenteschi di ispirazione socialista.
  • Nel 1933, poche settimane dopo l’ascesa al potere di Hitler, Gerta è arrestata per attività anti-naziste.
  • Gerta resta in carcere solo 17 giorni, perché il suo passaporto è polacco.
  • La sua famiglia capisce il pericolo di essere ebrei in un paese in mano ai nazisti e fugge, separandosi.
A PARIGI
  • Gerta fugge con un’amica a Parigi.
  • A Parigi conosce  l’ungherese Endre Friedman, anch’egli ebreo e comunista.
  • Endre è fotografo e insegna la fotografia a Gerta.
  • Gerta inventa per sé e per Endre due nomi d’arte.
  • Lei sarà Gerda Taro e lui Robert Capa.
  • Robert Capa diventerà il più famoso reporter di guerra di tutti i tempi.
  • Gerda è molto brava a promuovere il lavoro del suo compagno e ottiene ottimi contratti.
  • La vita a Parigi è movimentata e allegra.
IN SPAGNA
  • Nel luglio del 1936 scoppia la guerra civile spagnola tra la Repubblica e i fascisti di Francisco Franco.
  • Gerda e Robert, come molti altri intellettuali, vanno in Spagna per testimoniare la guerra civile.
  • Sono sempre in prima linea e firmano insieme le foto.
  • Nel ’37 Gerda firma un contratto con “Ce Soir” e si sposta, senza Capa, a Valencia e Madrid.
  • Il 6 luglio va a Brunete, a nord di Madrid per fotografare la battaglia che si sta consumando lì.
  • Il 25 luglio, al ritorno da Brunete, Gerda rimane vittima di un incidente: durante un bombardamento dell’aviazione tedesca finisce sotto i cingoli di un carro-armato amico.
  • Gerda non perde conoscenza e resta tranquilla.
  • Nel viaggio verso l’ospedale, che dura alcune ore, comprime con le mani i suoi visceri che escono dall’addome squarciato.
  • Muore, in ospedale, all’alba del giorno dopo.
DI NUOVO A PARIGI
  • Il primo agosto, giorno del suo 27 esimo compleanno, si celebrano a Parigi i suoi funerali.
  • Partecipa una folla immensa, sono presenti più di 100 mila persone.
  • Pablo Neruda, insieme a Louis Aragon, recitano un’orazione funebre.
  • Robert Capa morirà nel 1954 in Indocina dove si trovava come reporter di guerra.
  • Capa, durante un’intervista, aveva dichiarato che Gerda Taro era stata l’unico vero amore della sua vita.
Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.