ITALIA: IL DIVORZIO COMPIE 50 ANNI - informazionefacile
ITALIA: IL DIVORZIO COMPIE 50 ANNI
CALABRIA: GUIDO LONGO NUOVO COMMISSARIO ALLA SANITÀ
28 Novembre 2020
GLI SPOSTAMENTI DAL 21 DICEMBRE AL 6 GENNAIO
3 Dicembre 2020
Mostra tutto

ITALIA: IL DIVORZIO COMPIE 50 ANNI

UNA STORIA LUNGA 100 ANNI. LA PRIMA PROPOSTA DI LEGGE È DEL 1878

image_pdfScarica PDF

LA LEGGE FORTUNA-BASLINI.

  • Nel 1878 il deputato Salvatore Morelli fa la prima proposta di legge  per introdurre il divorzio in Italia.
  • Il 1° dicembre 1970 la Camera dei deputati approva la legge che introduce il divorzio in Italia.
  • Per arrivare alla votazione finale la Camera impiega 18 ore.
  • La legge si chiama Fortuna-Baslini.
  • Fortuna è un deputato socialista che aveva presentato il progetto di legge sul divorzio nel 1965.
  • Baslini è un deputato liberale che aveva presentato un altro progetto di legge sul divorzio nel 1968.
  • Nel lungo percorso per arrivare alla legge i due progetti sono stati unificati.
  • Favorevoli all’introduzione del divorzio sono i partiti laici: Partito Socialista, Partito Liberale, Partito Repubblicano, Partito Radicale,  Partito Comunista Italiano.
  • Contrari sono  Democrazia Cristiana,  Partito Monarchico e  Movimento Sociale Italiano (partito di estrema destra).
  • In Italia il matrimonio era indissolubile (“finché morte non ci separi”).
  • Era possibile, però, separarsi legalmente; la separazione, però, prevedeva l’obbligo di rimanere fedeli al coniuge e impediva la creazione di nuovi legami.
  • Era anche possibile che il tribunale della Chiesa (la Sacra Rota) annullasse il matrimonio.
  • L’annullamento del matrimonio, però, era possibile solo in alcuni casi ed era un percorso molto lungo e dispendioso.

IL REFERENDUM.

  • Nel 1974 la Democrazia Cristiana con a capo Amintore Fanfani raccoglie le firme per indire un referendum che annullasse la legge sul divorzio.
  • Il 12 e 13 maggio 1974 ci sono le votazioni per abrogare il divorzio: va alle urne l’87,72 per cento degli aventi diritto al voto.
  • Il 59,30 per cento dei voti conferma la volontà di mantenere il divorzio in Italia.
  • I votanti che sono contrari al divorzio sono il 40,7 per cento.
  • Le realtà  che più si sono battute a favore del divorzio sono i moviementi delle donne e il  Partito Radicale.
  • La legge del 1970 prevede che la coppia possa divorziare dopo 5 anni di separazione legale.
  • In seguito gli anni di separazione legale necessari divennero 3; oggi è sufficiente 1 anno.
Ecco un servizio di Tv7 ( programma della RAI) che raccoglie le opinioni degli italiani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *