13 Dicembre 2023 |

Tempo di lettura: 10'

Il vaccino contro la malaria funziona

Il 20 ottobre scorso l’OMS ha pubblicato i risultati di uno studio sui risultati ottenuti dalla sperimentazione.
il vaccino contro la malaria

Il fatto.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha approvato il primo vaccino contro la malaria nel 2021.

Si chiama Rts,s o Mosquirix ed è stato finora sperimentato in tre Paesi africani: Ghana, Kenia e Malawi.

Il 20 ottobre scorso l’OMS ha pubblicato i risultati di uno studio sui risultati ottenuti dalla sperimentazione.

Secondo questo studio le morti per malaria sono diminuite tra i bambini del 13 per cento.

Tra i bambini che hanno ricevuto 3 dosi del vaccino la riduzione è stata del 22 per cento.

Cerchiati in rosso Ghana, Kenia e Malawi i 3 paesi che hanno sperimentato il vaccino.
(da Wikimedia, modificato)

Come si somministra. I risultati ottenuti.

Il vaccino va fatto in 4 dosi a partire dai bambini di 5 mesi.

La quarta dose (di richiamo) si somministra ai 18 mesi d’età.

I bambini immunizzati sono finora 2,3 milioni.

Lo studio dell’OMS mostra che il vaccino è efficace e porta risultati importanti.

I casi di malaria sono infatti diminuiti del 30 per cento.

Inoltre, il vaccino è sicuro e non ostacola le altre campagne di vaccinazione.

Si pensa, a questo punto, di allargare il numero degli paesi coinvolti.

Questo vaccino, però, costa molto (circa 10 dollari).

I paesi più poveri, quindi, hanno difficoltà a comprarlo.

L’OMS, poco tempo fa ha – però – approvato un secondo vaccino contro la malaria.

Si chiama R21 e dovrebbe costare di meno, oltre ad essere disponibile con un numero di dosi più alto.

I paesi più poveri, quindi, attendo questo nuovo vaccino per iniziare a vaccinare i bambini.

(Fonte: Science via Internazionale)

Leggi anche: INDIVIDUATO VACCINO CONTRO LA MALARIA. IN CAA

(Foto: CC thanks Sarel Kromer/Flickr).

CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *