IL TRATTATO COMMERCIALE DI LIBERO SCAMBIO IN ASIA - informazionefacile
IL TRATTATO COMMERCIALE DI LIBERO SCAMBIO IN ASIA
NAUFRAGIO. 100 MIGRANTI IN MARE. OPEN ARMS PROVA A SALVARLI
11 Novembre 2020
LA CRISI POLITICA IN PERÚ
18 Novembre 2020
Mostra tutto

IL TRATTATO COMMERCIALE DI LIBERO SCAMBIO IN ASIA

RIGUARDA IL 30 PER CENTO DELLA POPOLAZIONE MONDIALE. INCLUDE LA CINA ED ESCLUDE GLI USA

image_pdfScarica PDF
  • Domenica 15 novembre i leader di 15 paesi della regione Asia Pacifico hanno firmato uno dei più grandi trattati commerciali della storia. 
  • Il trattato riguarda i commerci tra circa il 30 per cento della popolazione mondiale.
  • Il trattato si chiama Regional Comprehensive Economic Partnership (RCEP).
  • I colloqui per arrivare alla firma del trattato sono durati 8 anni.
  • I risultati più importanti sono l’annullamento dei dazi per i commerci tra i paesi che hanno firmato e l’aumento dell’influenza della Cina nella regione del Pacifico.
  • L’unica grande nazione della regione che non ha firmato il trattato è l’India.
  • Gli Stati Uniti sono esclusi dal trattato e questo ridurrà la loro importanza nella regione.

I PRECEDENTI: LE SCELTE DI OBAMA E TRUMP.

  • Obama aveva negoziato con i paesi dell’Asia e del Pacifico un trattato di libero scambio, escludendo la Cina.
  • L’idea era quella di creare una zona di prosperità indipendente dalla  forza commerciale della Cina.
  • Nel 2016 la strategia si era concretizzata nella firma del il Trattato transpacifico (TTP).
  • Nel 2017, appena diventato presidente, Donald Trump aveva ritirato gli Stati Uniti dal trattato.
  • Per questo motivo il trattato aveva perso di importanza e efficacia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *