22 Settembre 2023 |

Tempo di lettura: 18'

ECCO COME È NATO IL REGGISENO

E l'avventurosa vita della sua inventrice
come è nato il reggiseno

IL BALLO DELLE DEBUTTANTI.

l ballo delle debuttanti è una tradizione della nobiltà europea.

Le giovani delle famiglie nobili europee iniziavano a frequentare “la società”, cioè eventi come balli, feste, spettacoli dopo aver partecipato a un ballo.

Questo ballo è chiamato “ballo delle debuttanti”.

In seguito il ballo delle debuttanti è diventato tradizione anche negli Stati Uniti.

Ecco una stampa che raffigura un “ballo delle debuttanti”

MARY VA AL BALLO.

Nel 1914, quindi 109 anni fa, nasceva il primo reggiseno.

Ecco la storia della sua nascita.

Mary è una giovane americana con discendenze nobili, nel 1914 ha 23 anni.

Mary  deve partecipare a un ballo delle debuttanti.

Ha deciso di indossare per l’occasione un’abito scollato.

C’è un problema: dalla  scollatura si vede  il rigido corsetto in uso all’epoca.

Ecco alcuni esempi di corsetti, gli antenati del reggiseno.

Mary non vuole cambiare d’abito e chiede alla sua cameriera di portarle due fazzoletti e ago e filo.

La cameriera cuce insieme i due fazzoletti che diventano un sostegno per il seno.

Ecco nato il reggiseno.

IL REGGISENO DIVENTA UN’AZIENDA.

Il nuovo indumento è molto pratico e lascia libertà di movimento.

Le amiche al ballo notano come Mary sia agile e disinvolta nei movimenti e le chiedono il suo segreto.

La curiosità delle amiche fa capire a Mary che la sua casuale invenzione può diventare una nuova moda e un affare.

Il 14 febbraio del 1914 Mary presenta domanda di brevetto per il suo reggiseno.

Il disegno del reggiseno per la domanda di brevetto.

Con l’aiuto economico del primo marito Mary apre una piccola azienda.

Gli affari non vanno molto bene e il secondo marito convince Mary a vendere il suo brevetto.

La vendita frutta a Mary circa 21 mila dollari di oggi, quindi pochissimo se pensiamo al mercato dei reggiseni!

La ditta che compra il brevetto, infatti, arriva a guadagnare con i reggiseni più di 15 milioni di dollari nei trent’anni successivi.

UNA VITA SPERICOLATA.

Mary dimentica gli affari e si trasferisce in Europa dove vive una vita spericolata tra amanti, scandali, alcol.

Mary frequenta artisti e nche fonda una casa editrice.

Arriva anche in Italia dove compra un castello, il castello di Rocca Sinibalda, a 70 chilometri da Roma.

Rocca Sinibalda

Insieme al castello acquista anche il titolo di principessa.

Ecco un video di un servizio dell’Istituto Luce dove la nostra Mary o Caresse Crosby (come si chiamava all’epoca) lancia un messaggio per la pace universale.

Mary muore a Roma il 24 gennaio 1970 per una polmonite. Aveva 78 anni.

 LEGGI ANCHE: LA PRODUZIONE TESSILE E L’INQUINAMENTO.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *