21 Aprile 2020 |

Tempo di lettura: 4'

IL PREZZO DEL PETROLIO DIVENTA NEGATIVO

  • La pandemia da coronavirus ha bloccato ls produzione industriale nel mondo e fermato gli spostamenti.
  • Questo fatto ha fatto crollare la domanda di petrolio.
  • Per questo motivo l’Organizzazione dei Paesi esportatori di petrolio (OPEC) ha ridotto, 2 settimane fa,  la produzione di petrolio di 9.7 milioni di barili al giorno (circa il 10 per cento della produzione mondiale).
  • Il barile è l’unità di misura del petrolio.
  • Ma la riduzione non è bastata e il prezzo del petrolio è crollato.
  • Ieri, lunedì 20 aprile, il prezzo del petrolio prodotto negli Stati Uniti (WTI) è diventato negativo.
  • Questo significa che chi possiede petrolio paga chi  porta via dai suoi magazzini il petrolio.
  • Più precisamente è diventato negativo il prezzo delle azioni del petrolio in scadenza a maggio.
  • Le azioni in scadenza a giugno e mesi successivi sono ancora negativi, ma in misura minore.
  • Questo significa che gli investitori prevedono una ripresa della produzione industriale.
  • È la prima volta nella storia che il prezzo del petrolio diventa negativo.
CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *