17 Agosto 2023 |

Tempo di lettura: 14'

IL GOVERNO CHIEDE AIUTO ALLE ONG PER I MIGRANTI NEL MEDITERRANEO

Gli sbarchi sono molti e le ONG non sono più il nemico
governo meloni ong

I MIGRANTI IN ESTATE.

Ogni anno l’estate è la stagione in cui più migranti si mettono in mare per attraversare il mar Mediterraneo.

Questo avviene perché la stagione è bella e la traversata e meno pericolosa.

Quest’anno il numero dei migranti che sono sbarcati in Italia è il più alto dal 2017.

Quest’anno nel mese di luglio sono arrivate, infatti, quasi 23 mila persone.

La Tunisia in gravi difficoltà economiche e molti migranti stanno arrivando proprio dalla Tunisia.

Evidenziata in rosso la Tunisia (da Wikimedia).

IL GOVERNO MELONI E LE ONG.

Mercoledì 28 dicembre 2022 il Consiglio dei ministri ha approvato un decreto-legge che definisce le regole che le ONG (Organizzazioni Non Governative) devono rispettare per il soccorso in mare delle persone in difficoltà.

Il decreto-legge rende più difficile il salvataggio dei migranti.

Il governo Meloni ha deciso che, compiuto il salvataggio le ONG:

1. Devono avvisare le autorità italiane;

2. Quando le autorità italiane hanno assegnato alla nave un porto, la nave dovrà raggiungere il porto senza ritardi;

3. Se durante il viaggio verso il porto indicato trovano altri naufraghi non possono salvarli senza autorizzazione delle autorità italiane.

LEGGI ANCHE: LE NUOVE REGOLE DEL GOVERNO PER SALVARE I MIGRANTI IN MARE.

Se le ONG violano queste regole:

1. Non potranno entrare in porti italiani;

2. Potranno essere punite con il fermo amministrativo fino a 2 mesi;

3. Se ripetono la stessa violazione più volte con la stessa nave questa nave potrà essere confiscata;

4. Il comandante della nave potrà avere una multa da 10 mila a 50 mila euro.

IL GOVERNO CHIEDE AIUTO ALLE ONG.

In questi giorni, però, le autorità italiane chiedono aiuto alle navi delle ONG per soccorrere i migranti nel Mediterraneo.

Nel meditterraneo centrale i Centri Nazionali di Coordinamento del Soccorso Marittimo (in inglese MRCC) gestiscono i soccorsi in mare. 

L’MRCC è il più efficiente.

Il 6 luglio ha chiesto aiuto alla nave Astral (della ONG Open Arms); il 15 luglio ha chiesto aiuto a una nave di Medici Senza Frontiere; in generale le richieste di aiuto a navi di ONG sono state molte.

Il 15 agosto in  un’intervista al Messaggero  il Ministro dell’Interno Matteo Piantedosi ha ammesso che con le ONG è in corso una forma di collaborazione.

Ha sottolineato pero che le ONG hanno salvato solo 4 mila persone mentre Guardia Costiera e Guardia di Finanza hanno soccorso 70mila persone.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *