IL DISCORSO DI SERGIO MATTARELLA - informazionefacile
IL DISCORSO DI SERGIO MATTARELLA
È MORTA MONICA VITTI
2 Febbraio 2022
AGRICOLTURA BIOLOGICA E BIODINAMICA. DIFFERENZE IN BREVE
10 Febbraio 2022

IL DISCORSO DI SERGIO MATTARELLA

MATTARELLA HA GIURATO COME PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

MATTARELLA DURANTE IL DISCORSO DI GIURAMENTO
image_pdf
  • Giovedì 3 febbraio Sergio Mattarella ha giurato fedeltà alla Repubblica come presiedente eletto.
  • Ha tenuto un discorso al Parlamento.
  • Mattarella ha chiarito che il suo mandato da presidente durerà 7 anni, come prevede la Costituzione.
  • Ha poi specificato che il Parlamento deve poter partecipare (votando) alle scelte del Governo.
  • Ricordiamo che specialmente da quando c’è l’emergenza pandemia i governi in carica hanno usato molto i DPCM.
  • Mattarella ha ricordato che  “è doveroso ascoltare la voce degli studenti, che avvertono tutte le difficoltà del loro domani”.
  • A questo proposito ha ricordato che “Le disuguaglianze non sono il prezzo da pagare per la crescita, sono piuttosto il freno per una prospettiva reale di crescita“.
  • Mattarella ha poi ragionato sul concetto di dignità.

LA DIGNITÀ NEL DISCORSO DI MATTARELLA.

Mattarella ha detto: dignità è:

  • Azzerare le morti sul lavoro.
  • Opporsi al razzismo e all’antisemitismo.
  • Impedire la violenza sulle donne e non essere costretti a scegliere tra lavoro e maternità.
  • Un paese dove le carceri non siano sovraffollate e assicurino il reinserimento sociale dei detenuti.
  • Un paese non distratto dinnanzi ai problemi che le persone con disabilità devono affrontare.
  • Combattere la tratta e la schiavitù degli esseri umani.
  • Il rispetto degli anziani che non possono essere lasciati alla solitudine.
  • Contrastare la povertà.
  • Un paese libero dalle mafie.
  • Assicurare il diritto dei cittadini a un’informazione libera e indipendente.

I Parlamentari hanno spesso interrotto il discorso di Mattarella con calorosi applausi.

Gli osservatori hanno contato ben 55 interruzioni per applaudire.

Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.