IL CAMPER ATTREZZATO “VIAGGIO ANCH’IO” AIUTA LE FAMIGLIE DEI BAMBINI DISABILI - informazionefacile
IL CAMPER ATTREZZATO “VIAGGIO ANCH’IO” AIUTA LE FAMIGLIE DEI BAMBINI DISABILI
SCAMBIARE UN SASSO PER UNA CASA
19 Ottobre 2021
ABBASSARE IVA SUGLI ASSORBENTI
IL GOVERNO PROPONE LA RIDUZIONE DELL’IVA SUGLI ASSORBENTI
23 Ottobre 2021

IL CAMPER ATTREZZATO “VIAGGIO ANCH’IO” AIUTA LE FAMIGLIE DEI BAMBINI DISABILI

IL PROGETTO È PROMOSSO E REALIZZATO DALL’ORGANIZZAZIONE DI VOLONTARIATO NESSUNO È ESCLUSO

image_pdfimage_print

IL CAMPER ATTREZZATO “VIAGGIO ANCH’IO” AIUTA LE FAMIGLIE DEI BAMBINI DISABILI

IL PROGETTO È PROMOSSO E REALIZZATO DALL’ORGANIZZAZIONE DI VOLONTARIATO NESSUNO È ESCLUSO

  • L’organizzazione di volontariato milanese Nessuno è escluso ha realizzato il progetto Viaggio anch’io.
  • L’organizzazione ha attivato il progetto a settembre del 2021 dopo tanto lavoro.
  • Il progetto Viaggio anch’io ha l’obiettivo di aiutare le persone, soprattutto i bambini, con disabilità e le loro famiglie.
  • Per farlo l’organizzazione ha messo a disposizione delle famiglie un camper.
  • Il camper potrà essere utilizzato per muoversi in tutta Italia.
  • Il servizio è semplice ma molto utile per le famiglie.

PERCHÉ È  NATO IL PROGETTO.

  • La disabilità è una condizione che colpisce la persona disabile e anche il suo nucleo familiare.
  • Le famiglie, infatti, devono assistere i bambini o le persone disabili.
  • Per fare questo devono riorganizzare la propria vita.
  • Spesso è difficile per le famiglie prendersi cura delle persone disabili.
  • Le difficoltà di queste famiglie sono peggiorate con l’emergenza sanitaria COVID-19.
  • In particolare, le misure di lockdown hanno causato molti problemi a queste famiglie.
  • Questi problemi sono soprattutto:
    • Isolamento e solitudine;
    • Problemi economici e familiari;
    • Problemi relazionali e di coppia;
    • Minore attenzione ai fratelli/sorelle dei bambini disabili.
  • Il progetto vuole aiutare queste famiglie ad alleggerire questo carico giornaliero.
  • Il progetto offre infatti:
    • La possibilità di vivere qualche giorno in armonia e tranquillità lontano dalla complessa vita quotidiana.
    • Un trasporto organizzato appositamente per persone con disabilità.
    • La possibilità di spostarsi anche per viaggi lunghi.
  • Le condizioni di salute dei bambini con disabilità gravi sono spesso molto precarie.
  • Perciò hanno bisogno di attrezzature adeguate ovunque siano.
  • È difficile però trovare o trasportare le attrezzature lontano da casa.
  • Gli spostamenti sono quindi una grossa difficoltà per i bambini con disabilità grave.
  • Per i bambini con disabilità viaggiare e vedere posti nuovi è troppo rischioso.
  • Ma con i camper di Viaggio anch’io questi problemi possono essere superati.

IL PROGETTO: COME FUNZIONA

  • Vi spieghiamo ora come funziona nella pratica questo progetto.
  • L’organizzazione mette a disposizione un camper per le famiglie.
  • Il camper è attrezzato di tutto quello di cui hanno bisogno le persone con disabilità motoria grave.
  • Sul camper, dunque, si trovano ad esempio:
    • ventilatore polmonare,
    • Macchina per l’alimentazione,
    • Ossigeno,
    • Sondini,
    • Aspiratore,
    • Spondina,
    • Letto ortopedico,
    • Frigo per i farmaci,
  • Le famiglie possono utilizzare il camper per recarsi in altre città o Regione per effettuare visite o controlli.
  • Ma possono usare anche il camper per andare in vacanza!
  • Le famiglie possono usare il camper per un massimo di 5 giorni.
  • Già due famiglie hanno utilizzato il camper e sono state molto felici dell’esperienza.
  • Ci sono già prenotazioni per i prossimi mesi.

PAROLA D’ORDINE: INCLUSIONE

  • Maria Rosaria Coppola è la presidentessa di Nessuno è escluso e la mamma di un bambino con grave disabilità.
  • Per lei il progetto Viaggio anch’io rappresenta un primo passo verso un futuro sempre più inclusivo.
  • Coppola si augura che nascano tanti altri progetti simili.
  • Questo progetto dà una risposta concreta ai bisogni di molte famiglie.
  • Le famiglie possono trovare la serenità in un viaggio grazie all’organizzazione del progetto.
  • Per questo, a noi della redazione il progetto è sembrato molto bello e interessante.
  • Se volete saperne di più, ecco il link al sito dell’organizzazione Nessuno è escluso: https://www.nessuno-escluso.it/
Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *