25 Aprile 2023 |

Tempo di lettura: 9'

PERCHÉ LA LIBERAZIONE SI FESTEGGIA IL 25 APRILE

il 25 aprile spiegato in italiano facile

IL FATTO.

Oggi, 25 aprile, si festeggia la Liberazione dal nazifascismo.
Il governo italiano provvisorio guidato da Alcide De Gasperi scelse il 25 aprile come “Festa della Liberazione e decretò che il 25 aprile dovesse essere “festa nazionale”.

Questo fu l’ultimo governo del Regno d’Italia, quindi firmò il decreto il re Vittorio Emanuele III.

PERCHÉ IL 25 APRILE.

Il governo di De Gasperi scelse questa data perché Il 25 aprile coincide con l’inizio della ritirata dei soldati della Germania nazista e di quelli fascisti della repubblica di Salò dalle città di Torino e di Milano.

Nel marzo del 1945 i soldati tedeschi e gli Alleati si fronteggiavano a Sud della Pianura Padana.

Il 16 aprile il Comitato di liberazione nazionale Alta Italia (CLNAI) aveva emanato l’ordine dell’insurrezione generale.

Appartenevano al CLNAI tutti i movimenti antifascisti e di resistenza italiani, dai comunisti ai socialisti ai democristiani e agli azionisti, cioè i membri del Partito d’Azione.

Il 24 aprile gli Alleati superano il Po; Sandro Pertini annuncia alla radio “Milano Libera” la proclamazione di uno sciopero generale a Milano.

Sandro Pertini era partigiano e membro del Comitato di Liberazione Nazionale (CNL). Sarà presidente della Repubblica dal 1978 al 1895.

Le fabbriche sono occupate; la sera del 25 aprile Benito Mussolini fugge da Milano e va verso Como. Catturato dai partigiani fu fucilato il 28 aprile.

I partigiani continuano ad arrivare a Milano; il 28 aprile c’è una grande manifestazione; il 1° maggio arrivano gli americani.

Ecco un video di quei giorni a Milano.

Leggi anche: PERCHÉ LA GIORNATA CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE È IL 25 NOVEMBRE.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *