I DEPUTATI APPROVANO IL DISEGNO DI LEGGE ZAN - informazionefacile
I DEPUTATI APPROVANO IL DISEGNO DI LEGGE ZAN
DRAGHI HA CONCLUSO IL PRIMO GIRO DI CONSULTAZIONI
6 Febbraio 2021
VIDEATA DELLA PIATTAFORMA ROUSSEAU CON LA CONVOCAZIONE ALLA VOTAZIONE SUL GOVERNO DRAGUI
MOVIMENTO 5 STELLE: GLI ISCRITTI DECIDERANNO SE PARTECIPARE AL GOVERNO
9 Febbraio 2021

I DEPUTATI APPROVANO IL DISEGNO DI LEGGE ZAN

IL DISEGNO DI LEGGE CONTRO DISCRIMINAZIONI E VIOLENZE PER ORIENTAMENTO SESSUALE, GENERE, IDENTITÀ DI GENERE E DI DISABILITÀ

image_pdfScarica PDF
  • Il 4  novembre a Camera dei deputati ha approvato il disegno di legge contro discriminazioni e violenze per orientamento sessuale, genere, identità di genere e di disabilità.
  • Si chiama “disegno di legge (ddl) Zan”, dal nome del deputato Alessandro Zan.
  • San è un deputato del Partito Democratico che ha scritto il disegno di legge sintetizzando 5 proposte sull’argomento.
  • Alla Camera, a scrutinio segreto, 265 deputati hanno votato a favore, 193 contro e uno si è astenuto.
  • Il disegno di legge deve ora passare all’esame del Senato.
  • La Commissione Affari Costituzionali e del Comitato per la Legislazione ha chiesto che siano definite in modo chiaro alcune nozioni.
  • Eccole:
  • sesso significa «il sesso biologico o anagrafico»,
  • genere significa «qualunque manifestazione esteriore di una persona che sia conforme o contrastante con le aspettative sociali connesse al sesso»,
  • identità di genere significa «l’identificazione percepita e manifestata di sé in relazione al genere, anche se non corrispondente al sesso, indipendentemente dall’aver concluso un percorso di transizione»,
  • orientamento sessuale significa «l’attrazione sessuale o affettiva nei confronti di persone di sesso opposto, dello stesso sesso, o di entrambi i sessi».
  • Oggi l’Italia è uno dei pochi paesi europei a non avere una norma specifica che protegga adeguatamente le persone della comunità LGBT+. 

IL DISEGNO DI LEGGE.

  • I primi due articoli del ddl Zan introducono l’orientamento, il genere sessuale e la disabilità  negli articoli del codice penale che puniscono la propaganda e l’istigazione a delinquere per motivi di discriminazione.
  • Il terzo articolo modifica la «legge Mancino».
  • La legge Mancino  (articolo 1) prevede il carcere per «chi, in qualsiasi modo, incita a commettere o commette violenza o atti di provocazione alla violenza per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi». Il disegno di legge Zan  estende questa legge ai reati di violenza fondati sul sesso, sul genere, sull’orientamento sessuale, sull’identità di genere e sulla disabilità.
  • Negli articoli successivi viene estesa la condizione di «particolare vulnerabilità» alle vittime di violenza fondata sul sesso, sul genere, sull’orientamento sessuale, sull’identità di genere e sulla disabilità.
  • Inoltre:
  •  è istituita la giornata nazionale contro l’omofobia, la lesbofobia, la bifobia e la transfobia per promuovere la cultura del rispetto
  • è prevista una ulteriore dotazione di 4 milioni di euro per il Fondo per le politiche relative ai diritti e alle pari opportunità;
  • prevede che l’Istat realizzi almeno ogni tre anni una rilevazione che possa essere utile a pensare e attuare politiche di contrasto alla discriminazione e alla violenza.
  • I partiti di destra e soprattutto Lega e Fratelli d’Italia sono molto contrari al disegno di legge Zan e cercano in ogni modo di bloccarlo o ritardarlo.
  • Anche CEI, la conferenza dei vescovi cattolici italiani è molto contraria alla legge.
  • 5 parlamentari di Forza Italia hanno votato a favore della legge Zan dichiarandolo pubblicamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *