I 100 ANNI DEL CANZONIERE DI SABA IL POETA DI TRIESTE
I 100 ANNI DEL CANZONIERE DI UMBERTO SABA
LETTORI ALLA PARI: LA FIERA DEL LIBRO ACCESSIBILE
30 Agosto 2021
gratta e vinci
LO STRANO CASO DEL GRATTA E VINCI DI NAPOLI
9 Settembre 2021

I 100 ANNI DEL CANZONIERE DI UMBERTO SABA

image_pdfScarica PDF
  • Umberto Saba, il cui vero nome era Umberto Poli, è stato uno dei più grandi poeti italiani del Novecento.
  • Era nato a Trieste nel 1883 ed è morto a Gorizia nel 1957.
I 100 ANNI DEL CANZONIERE DI SABA. SABA IN MEZZO AI LIBRI
Una foto di Umberto Saba in mezzo ai libri.
  • Nel 1921 pubblica Il Canzoniere, la sua prima raccolta di poesie scritte fra il 1900 e il 1920.
  • La Libreria Antiquaria e Moderna pubblica il Canzoniere.
  • Saba aveva aperto questa libreria a Trieste nel 1919.
  • Altre edizioni de Il Canzoniere saranno pubblicate da Einaudi: nel 1945 (poesie dal 1900 al 1945) e nel 1948 (poesie dal 1900 al 1947).
  • L’opera complessiva è divisa in 3 sezioni:
    • Giovinezza (1900-1929),
    • Maturità (1921-1932),
    • Vecchiaia (1933-1954).
  • La raccolta è come la poesia di una vita e nell’opera la componente autobiografica risulta infatti fondamentale.
  • Umberto Saba è il capostipite della corrente letteraria dell’ Ermetismo, alla quale appartengono anche Giueeppe Ungaretti ed Eugenio Montale.
  • Clicca QUI per un breve video sull’Ermetismo.
  • Il titolo di Canzoniere è ispirato al celebre Canzoniere di Francesco Petrarca.
 I 100 ANNI DEL CANZONIERE DI SABA. ECCO LA PRIMA EDIZIONE
Ecco la prima edizione del Canzoniere di Umberto Saba
  • Questa poesia è tratta dal Il Canzoniere del 1921  ed appartiene al periodo giovanile.

L’ora nostra.
(1910 – 1912)

Sai un’ora del giorno che più bella
sia della sera? tanto
più bella e meno amata? È quella
che di poco i suoi sacri ozi precede;
l’ora che intensa è l’opera, e si vede
la gente mareggiare nelle strade;
sulle mole quadrate delle case
una luna sfumata, una che appena
discerni nell’aria serena.

È l’ora che lasciavi la campagna
per goderti la tua cara città,
dal golfo luminoso alla montagna
varia d’aspetti in sua bella unità;
l’ora che la mia vita in piena va
come un fiume al suo mare;
e il mio pensiero, il lesto camminare
della folla, gli artieri in cima all’alta
scala, il fanciullo che correndo salta
sul carro fragoroso, tutto appare
fermo nell’atto, tutto questo andare
ha una parvenza d’immobilità.

È l’ora grande, l’ora che accompagna
meglio la nostra vendemmiante età.

I CENTO ANNI DEL CANZONIERE DI SABA: UN RITRATTO DI CARLO LEVI
Umberto Saba ritratto da Carlo Levi. Levi, scrittore, pittore, medico era molto amico di Saba.

Ecco infine un video dove Vittorio Gassaman legge una poesia di Saba: La capra: un bel modo per ricordare i 100 anni del Canzoniere di Saba.

Clicca QUI per vedere il video.
LEGGI ANCHE : I CENTO ANNI DI RODARI. UNA SUA POESIA DI SPERANZA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *