GLI EQUIPAGGI DELLE CROCIERE OSTAGGI SULLE NAVI - informazionefacile
GLI EQUIPAGGI DELLE CROCIERE OSTAGGI SULLE NAVI
UNA NUOVA MODA: I VIDEOGIOCHI DIVENTANO SPORT
21 Aprile 2020
ELEFANTI UBRIACHI E CORONAVIRUS
25 Maggio 2020
Mostra tutto

GLI EQUIPAGGI DELLE CROCIERE OSTAGGI SULLE NAVI

LE CROCIERE E LE EPIDEMIE.

  • La pandemia da coronavirus ci ha insegnato che le navi da crociera sono luoghi dove il virus si diffonde molto facilmente.
  • Una nave da crociera ospita, infatti, migliaia di persone in spazi abbastanza ristretti dove è difficile isolarsi.
  • L’allarme per le navi da crociere era scattato con la nave “Diamond Princess”.
  • A inizio febbraio questa nave era rimasta per due settimane bloccata in quarantena in Giappone.
  • Il bilancio finale parla di 712 contagiati su 3.711 persone a bordo.
  • Le persone morte sono almeno 14.
  • Le crociere sono però continuate a partire fino a metà marzo.

LE INCHIESTE SUI LAVORATORI DELLE NAVI DA CROCIERA.

  • Alcuni giornali (tra cui il Guardian) hanno pubblicato inchieste che descrivono la situazione dei lavoratori sulle navi da crociera.
  • I passeggeri, anche se con difficoltà, sono stati sbarcati dalle navi.
  • I membri dell’equipaggio, invece, sono diventati “naufraghi galleggianti”.
  • Le inchieste dicono che circa 100 mila lavoratori sono abbandonati sulle navi, spesso senza stipendio.
  • Le principali compagnie di navigazione hanno detto che non riescono a rimpatriare i lavoratori a causa dei blocchi dei trasporti.
  • Molti lavoratori intervistati dicono, invece, di “essere stati abbandonati” senza stipendio e senza informazioni.
  • Queste persone, inoltre, sono obbligate a rimanere chiuse, per evitare i contagi,  in cabine molto piccole.
  • Queste cabine spesso sono anche senza finestre e senza servizi igienici.

Ecco la cabina di un lavoratore su una nave da crociera.

  • In alcuni casi i lavoratori a bordo sono stati anche costretti a pagare il cibo e l’acqua.
  • Solo su alcune navi i lavoratori hanno avuto il permesso di spostarsi nelle cabine lasciate vuote dai passeggeri.
  • La situazione a bordo è così pesante che a metà maggio, un gruppo di lavoratori rumeni della “Navigator of the Seas”, una nave da crociera della Royal Caribbean, ha iniziato lo sciopero della fame per ottenere aiuto.
  • Solo a quel punto la compagnia di navigazione ha organizzato un volo per sbarcare i lavoratori.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *