GLI ATTENTATI IN SPAGNA: LE INDAGINI - informazionefacile
GLI ATTENTATI IN SPAGNA: LE INDAGINI
BARCELLONA: ISIS COLPISCE. 13 MORTI. PIU’ DI 100 FERITI
18 Agosto 2017
TEXAS: URAGANO UCCIDE ALMENO 7 PERSONE
26 Agosto 2017

GLI ATTENTATI IN SPAGNA: LE INDAGINI

image_pdf
I FATTI

Venerdì 17 agosto ci sono stati due attentati terroristici in Spagna.

Il primo, a Barcellona alle 5 del pomeriggio, ha causato 13 morti e circa 120 feriti.

Il secondo, a Cambrils (a circa a 100 chilometri da Barcellona) alle nove di sera, ha causato la morte di una persona e 5 feriti.

I 5 attentatori di Cambrils sono stati uccisi dalla polizia.

Cinque terroristi sono morti a Cambrils.

 

LE INDAGINI

I due attentati sono collegati.

Quattro terroristi sono stati arrestati.

Tre terroristi sono ancora ricercati dalla polizia.

Mercoledì 16 agosto (il giorno prima della strage) una casa era esplosa ad Alcanar.

La polizia ha confermato che questa casa è il luogo dove i terroristi stavano preparando gli attacchi.

La polizia pensa che la casa sia esplosa  nella preparazione di esplosivi.

Nell’esplosione sono morte due (forse tre) persone.

Gli arresti  di tre persone sono avvenuti a Ripoll, città a un centinaio di chilometri da Barcellona.

Sembra che l’imam di questa città fosse la mente del gruppo di terroristi che ha fatto gli attentati.

Forse i terroristi volevano far esplodere la Sagrada Familia (monumento simbolo di Barcellona, sempre affollato di visitatori).

 

Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.