1 Marzo 2024 |

Tempo di lettura: 10'

Gaza. Strage di palestinesi mentre aspettano gli aiuti umanitari

Hamas accusa l'esercito israeliano si aver sparato sulle persone. Gli israeliani dicono che le persone sono morte nella calca
gaza-palestinesi-uccisi in-attesa aiuti umanitari

Il fatto.

Nella notte tra il 28 e il 29 febbraio più di cento palestinesi sono stati uccisi e più di 700 sono stati feriti nella città di Gaza.

Le persone uccise stavano aspettando di ricevere cibo da alcuni camion di aiuti umanitari.

Hamas ha accusato l’esercito israeliano di aver sparato sulla folla, uccidendo almeno 112 civili palestinesi.

L’esercito israeliano ha ammesso che i suoi soldati hanno sparato dei colpi, ma solo in aria e alle gambe, quindi senza uccidere nessuno.

L’esercito ha detto che le persone sono morte a causa della calca che si era creata attorno ai camion di aiuti.

Il 29 febbraio il portavoce delle Nazioni Unite ha detto che «queste persone sono morte perché c’è un conflitto in corso; queste persone sono morte perché non è stato possibile consegnare gli aiuti umanitari in modo sicuro».

Il personale sanitario degli ospedali dove sono arrivate le persone ferite o morte ha detto che l’80 per cento di queste persone ha ferite da armi da fuoco.

Le poche testimonianze di persone presenti durante la strage hanno parlato di carri armati israeliani che sparavano sulla folla.

La fame nella Striscia di Gaza.

Nelle ultime settimane l’esercito israeliano ha bombardato le postazioni della polizia di Gaza che dovrebbe proteggere i convogli umanitari.

La polizia di Gaza si è quindi ritirata.

Senza nessuno che protegga i camion, la consegna degli aiuti è quasi impossibile.

Il PAM (Programma alimentare mondiale) è l’agenzia dell’ONU che si occupa dell’assistenza alimentare.

Nell’ultima settimana di febbraio il PAM ha deciso di sospendere gli alimentari perché era ormai impossibile proteggere i camion con gli aiuti.

La mancanza degli aiuti ha provocato un aumento della fame e della disperazione tra la popolazione civile di Gaza.

Nel nord della Striscia di Gaza oggi il 15,6 per cento dei bambini con meno di due anni è gravemente malnutrito.

Nel sud, dove ancora un po’ di aiuti arrivano, è gravemente malnutrito il 5 per cento dei bambini piccoli.

Un’immagine tratta da un video diffuso dall’esercito israeliano che mostra palestinesi intorno a un camion di aiuti umanitari.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *