30 Ottobre 2023 |

Tempo di lettura: 7'

GAZA-ISRAELE. AGGIORNAMENTI 30 OTTOBRE

hamas israele aiuti umanitari

30 ottobre. Dal giorno dell’attacco di Hamas contro Israele, avvenuta il 7 ottobre, sono passati 23 giorni.

Da venerdì 27 ottobre Israele ha intensificato le operazioni contro la Striscia di Gaza.

L’esercito israeliano, infatti, ha iniziato un’estesa incursione di terra.

Non è chiaro se si tratta di un’invasione vera e propria o di singole operazioni.

Le informazioni che arrivano dalla Striscia sono pochissime, perché Israele ha messo fuori uso tutti i collegamenti sia telefonici sia via internet.

Da venerdì, quindi da 4 giorni, mancano notizie chiare.

Solo nella notte tra sabato e domenica i collegamenti hanno ripreso in parte a funzionare.

Da domenica 29 ottobre Israele sta bombardando i dintorni dell’ospedale al-Quds di Gaza.

Israele, in precedenza, aveva chiesto di evacuare l’ospedale.

Non sembra, però, possibile evacuare l’ospedale perché non ci sono posti sicuri dove andare.

L’esercito israeliano sostiene che Hamas usi gli ospedali della Striscia come rifugi per i suoi miliziani.

Gli ospedali, infatti, secondo la Convenzione di Ginevra non devono essere bombardati.

Nell’ospedale oltre ai feriti si trovano da giorni migliaia di civili in cerca di rifugio dai bombardamenti.

Intanto Israele dà notizia di aver colpito postazioni di aver colpito obiettivi nemici anche in Siria sia in Libano.

Domenica 29 ottobre il portavoce dell’esercito israeliano ha aggiornato ha precisano che le persone prese in ostaggio da Hamas e tenute prigioniere nella Striscia di Gaza sono almeno 239 ( più le 4 liberate nei giorni scorsi).

LEGGI ANCHE: GERUSALEMME: LA SUA STORIA IN BREVE.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *