È MORTO MICHAIL GORBACIOV – informazionefacile
È MORTO MICHAIL GORBACIOV
l'unione europea e il prezzo dell'energia
L’UNIONE EUROPEA E IL PREZZO DELL’ENERGIA
30 Agosto 2022
ISPETTORI ALLA CENTRALE NUCLEARE UCRAINA
2 Settembre 2022

È MORTO MICHAIL GORBACIOV

AVEVA 92 ANNI. FU L'ULTIMO LEADER DELL'UNIONE SOVIETICA

  • Ieri, 30 agosto, è morto Michail Gorbaciov: aveva 91 anni ed era malato da tempo.
  • Gorbaciov è stato l’ultimo presidente dell’Unione Sovietica.

BIOGRAFIA.

  • Gorbaciov nasce il 2 marzo 1931 in un villaggio di campagna nel Caucaso del Nord.
  • La sua famiglia era molto povera anche se suo nonno guidava una cooperativa agricola.
  • La sua famiglia e il piccolo Gorbaciov, che aiutava nei campi, ricevono un premio per il raccolto abbondante.
  • A scuola il giovane Gorbaciov prende voti eccellenti e riesce entrare nella migliore università della Russia, la Statale di Mosca.
  • Studia legge e di laurea  con il massimo dei voti.
  • Intraprende  la carriera politica.
  • Nel giro di 10 anni diventa capo della sezione locale del partito nella sua regione di nascita. Aveva 39 anni.
  • Nel 1985 è eletto all’unanimità capo dell’Unione Sovietica, il più giovane della storia. Aveva 54 anni.
  • Ha avuto una vita familiare trasparente. Dal suo matrimonio con la moglie Raissa è nata una figlia Irina.

VITA POLITICA.

  • L’ Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche (URSS), cioè l’Unione Sovietica, era uno stato federale di 15 Repubbliche socialiste.
  • La più grande e la più importante di queste repubbliche era la Russia.
  • La Russia era, a sua volta, divisa in repubbliche federate.
  • Quando Gorbaciov sale al potere l’Unione Sovietica ha molti problemi sia sociali (come l’alcolismo) sia amministrativi (come la burocrazia), sia economici.
  • Le repubbliche federate, inoltre, chiedevano maggiore autonomia dal potere centrale.
  • Gorbaciov affronta i problemi con 2 parole d’ordine principale.
  1. GLASNOST = TRASPARENZA. Indica la volontà di ammettere i problemi che erano presenti in Unione Sovietica. Diventa anche l’etichetta del tentativo di rendere l’informazione più libera e senza censure.
  2. PERESTROJKA = RICOSTRUZIONE. Indica il piano di riforme economiche voluto da Gorbaciov per modernizzare l’economia dell’Unione Sovietica. L’obiettivo era lasciare maggiore autonomia alle imprese e introdurre un’economia di mercato.
  • Gorbaciov voleva mantenere il socialismo in Unione Sovietica.
  • Voleva, però, un socialismo rinnovato.
  • Voleva anche porre fine alla logica della Guerra Fredda, cioè gli Stati Uniti e dell’URSS che si scontrano e si dividono il potere nel mondo con la minaccia della guerra nucleare.
  • Il suo tentativo fallisce.
  • Il  25 dicembre 1991 Gorbaciov rassegna le dimissioni da Capo dello Stato.
  • l’8 dicembre di quell’anno Boris Eltsin, che avrebbe sostituito Gorbaciov, aveva firmato un trattato che segnava la fine dell’Unione Sovietica.
  • La fine dell’Unione Sovietica diviene ufficiale il 26 dicembre, un giorno dopo le dimissioni di Gorbaciov.
  • Finita la vita politica Gorbaciov si dedica alla  Fondazione Internazionale Non-Governativa per gli Studi Socio-Economici e Politici.
  • Nel 1990 Gorbaciov aveva vinto il premio Nobel per la Pace.
  • La valutazione dell’azione politica di Gorbaciov cambia in base alla posizione politica.
  • In generale il mondo occidentale vede in lui chi ha contribuito ad abbattere il regime comunista.
  • La Russia di oggi lo considera, invece, responsabile della fine del sogno imperiale della Russia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *