È morto Lawrence Ferlinghetti l'ultimo poeta beat. La sua vita le sue poesie
È MORTO LAWRENCE FERLINGHETTI
Una scena del film Notizie dal Mondo con i due protagonisti su un carro che parlano tra di loro
NOTIZIE DAL MONDO
22 Febbraio 2021
L'immagine mostra 2 foto di Louise May Alcott e la copertina di Piccole Donne
LOUISA MAY ALCOTT E LE SUE “PICCOLE DONNE”
8 Marzo 2021

È MORTO LAWRENCE FERLINGHETTI

L'ULTIMO POETA BEAT

L'immagine mostra Ferlinghetti davanti alla sua libreria a San Francisco
image_pdfScarica PDF
  • Il 22 Febbraio è morto il poeta, editore e libraio Lawrence Ferlinghetti.
  • Nacque il 24 Marzo 1919 a Yonkers (Stato di New York), stava quindi per compiere 101 anni.
  • Era di origini italiane, suo padre Carlo era infatti nato a Brescia, mentre sua madre era invece di origini francesi e portoghesi.
  • Ferlinghetti apparteneva a quel gruppo di poeti e scrittori che prese il nome di Beat Generation.
Ferlinghetti e Allen Ginsberg con un gruppo di amici davanti alla libreria City Lights, San Francisco 1963
Ferlinghetti e Allen Ginsberg con un gruppo di amici davanti alla libreria City Lights, San Francisco 1963
  • La Beat Generation fu conosciuta in Italia nella metà degli anni ’60 grazie alle traduzioni di Fernanda Pivano.
  • Ferlinghetti aprì nel 1953 a San Francisco la Libreria City Lights (Luci della Città), la prima a vendere quasi solamente edizioni economiche e testi su tematiche omosessuali.
  • La City Lights era una libreria rivoluzionaria dove si potevano leggere liberamente i libri esposti, discutere, assistere a eventi e proporre a propria volta dei testi.
  • Divenne infatti ben presto anche una casa editrice che promuoveva giovani autori emergenti, di cui molti appartenenti alla Beat Generation.
  • Ancora oggi è un punto di riferimento letterario cittadino.
L'immagine mostra l'edificio che ospita la libreria di Ferlinghetti City Lights a San Francisco
San Francisco la libreria City Lights

LA POESIA DI FERLINGHETTI.

  • La poesia di Ferlinghetti era animata da un profondo amore per la natura e per una libera spiritualità che lo avvicinarono alla filosofia orientale e buddista.
  • La sua raccolta di poesie più celebre è A Coney Island of the Mind (Una Coney Island della Mente), pubblicata nel 1958.
  • Fu tradotta in tutto il mondo e vendette più di un milione di copie.
  • In una sua poesia del 1973 “Strade di San Francisco” emerge tutto lo spirito dolcemente lirico della sua poetica:

Strade di San Francisco
(traduzione di Roberto Sanesi)

“Strade di Parigi pregate per me”
Strade di San Francisco aspettatemi
Strade con la pioggia e strade con il dolore
Strade con il peccato e strade con il sole
Strade di Parigi Strade di San Francisco
pregate per me
aspettatemi

Sole sulle spiagge Sole sulle mesas*
splendi su di me
pioggia sui fiumi
trascinami via
Semplice albero semplice albero
fammi ombra

Fiume del pensiero
sommergimi bevendo
fiume del bere
sommergimi pensando
pioggia sull’oceano
trascinami via
Sole di Domenica
scaldami ed asciugami
Luna di Lunedì
al buio illuminami
con luce illuminami
illumina la mia strada …

(*mesas: tavoli)

  • The World is a Beautiful Place (Il Mondo è un bel posto) del 1955 è la sua poesia più famosa e più letta.
  • Ben ancora si adatta allo spirito dei nostri difficili tempi.
  • Ve la proponiamo attraverso una lettura audio: 
  • Negli ultimi anni di vita si dedicò alla pittura.
L'immagine mostra il quadro di Ferlinghetti dal titolo Ulisse tra Scilla e Cariddi. Un quadro dagli intensi gialli e rossi con Ulisse legato all'albero della nave che resiste al fascino delle sirene rappresentate come mostri rossi
L: Ferlinghetti . Il quadro dal titolo Ulisse tra Scilla e Cariddi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *