14 Novembre 2019 |

Tempo di lettura: 3'

DUE CARABINIERI CONDANNATI A 12 PER IL CASO CUCCHI

  • Il tribunale di Roma ha condannato 2 carabinieri a 12 anni di carcere per omicidio preterintenzionale per la morte di Stefano Cucchi.
  • Un omicidio è definito preterintenzionale quando il colpevole dell’omicidio aggredisce la vittima per farle male, senza, però, la volontà di ucciderla.
  • I  carabinieri condannati sono Alessio Di Bernardo e Raffaele D’Alessandro.
  • I due carabinieri erano stati accusati del pestaggio di Cucchi dal collega carabiniere Francesco Tedesco.
  • Il pestaggio avvenne il 15 ottobre 2009: quella sera Cucchi venne fermato e portato alla stazione dei carabinieri Appia.
  • Qui Cucchi si rifiuta di farsi prendere le impronte digitali, per questo motivo inizia il pestaggio.
  • Francesco Tedesco, invece, è stato condannato a 2 anni e 6 mesi per falso: aveva, infatti, manipolato il verbale sull’accaduto.
  • Roberto Mandolini, che era a capo della stazione dei carabinieri Appia, è stato condannato a 3 anni e 8 mesi sempre per aver falsificato i verbali
CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *