15 Luglio 2022 |

Tempo di lettura: 10'

DRAGHI RASSEGNA LE DIMISSIONI. MATTARELLA LE RESPINGE

Mercoledì Mario Draghi parlerà al Parlamento

IL FATTO.

  • Giovedì 14 luglio il Movimento 5 Stelle non ha votato la fiducia al Governo Draghi al senato sul decreto aiuti.
  • il governo, però, ha ottenuto lo stesso la fiducia.
  • Mario Draghi dopo la votazione ha detto: “La maggioranza di unità nazionale che ha sostenuto questo governo dalla sua creazione non c’è più”.
  • Draghi quindi è andato dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è ha dato le dimissioni.
  • Sergio Mattarella ha, però, respinto le dimissioni e ha invitato Draghi a presentarsi in Parlamento “perché si effettui, nella sede propria, una valutazione della situazione”.
  • Draghi si presenterà al Parlamento mercoledì 20 luglio.

COME È NATO IL GOVERNO DRAGHI.

  • Prima di Draghi era presidente del consiglio Giuseppe Conte (il “governo Conte bis”).
  • Il 13 gennaio 2021 i ministri di Italia Viva (il partito di Matteo Renzi) si erano ritirati dal governo e avevano aperto la crisi di governo.
  • Nel febbraio 2021 nasce il governo Draghi.
  • Tutti i principali partiti, tranne Fratelli d’Italia (il partito di Giorgia Meloni) hanno sostenuto il governo Draghi.
  • Il problema politico principale era la compilazione del PNRR.
  • Il PNRR è il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza necessario per ricevere gli oltre 200 miliardi di euro di fondi stanziati dall’Unione Europea per la ripresa dalla pandemia.
  • L’Italia per ricevere quei fondi doveva approvare una serie di riforme importanti molto velocemente.
  • Il fatto che forze politiche molto diverse abbiano sostenuto il governo Draghi ha reso complicato il suo percorso.
  • Lega e Movimento 5 Stelle sono i partiti che hanno pagato con un netto calo di consensi la loro partecipazione al governo Draghi.
  • A giugno il Movimento 5 Stelle aveva subito una scissione.
  • Luigi Di Maio, infatti, e altri parlamentari erano usciti dal Movimento.

IL DECRETO AIUTI.

  • La crisi è nata sul decreto Aiuti, un insieme  misure economiche deciso dal governo.
  • Il Movimento 5 Stelle ha criticato questo decreto.
  • Conte, infatti, ha fatto a Draghi una alcune  di richieste precise:
    • il rinnovo del Superbonus edilizio,
    • un rafforzamento del reddito di cittadinanza,
    • eliminare  una norma che consentirebbe la costruzione di un termovalorizzatore per rifiuti a Roma per inserire questo provvedimento (modificato) in un altro contesto.
  • Erano iniziate le trattative tra Draghi e Conte e la crisi sembrava rientrata.
  • Così, però, non è stato.

QUALI SONO LE POSIZIONI POLITICHE.

  • Mario Draghi sembra intenzionato a dare le dimissioni.
  • Sergio Mattarella è contrario alle elezioni anticipate.
  • Forza Italia (Giorgia Meloni) all’opposizione di questo governo da quando è nato, vuole le elezioni anticipate. Nei sondaggi Fratelli d’Italia oggi è il partito con i maggiori consensi.
  • La Lega (Matteo Salvini) ha  sempre avuto una posizione ambigua: ha sostenuto il governo ma lo ha sempre criticato. Ma non ha chiesto ufficialmente elezioni anticipate.
  • Forza Italia (Berlusconi) dice di non temere le elezioni anticipate, ma probabilmente sosterrebbe un nuovo governo Draghi.
  • Italia Viva (Matteo Renzi) ha chiesto ufficialmente un nuovo governo Draghi.
  • Il Partito Democratico (Enrico Letta) ha chiesto ufficialmente un nuovo governo Draghi.
  • Il gruppo di Luigi Di Maio sosterebbe un nuovo governo Draghi.
CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *