20 Marzo 2024 |

Tempo di lettura: 9'

Crisi climatica: la Terra è vicina al collasso

Il rapporto delle Nazioni Unite lancia l'allarme
crisi climatica nazioni unite

L’Organizzazione meteorologica mondiale (OMM) è un’agenzia delle Nazioni Unite che si occupa del tempo atmosferico e del clima.

Il 19 marzo OMM ha detto che nel 2023 hanno superato tutti i record negativi.

Sono peggiorati:

  • La concentrazione di gas serra nell’atmosfera,
  • la temperatura,
  • l’aumento del livello dei mari,
  • la riduzione del ghiaccio nell’ antartico,
  • lo scioglimento dei ghiacciai.

Il peggioramento della crisi climatica va insieme all’aumento delle diseguaglianze.

Ondate di caldo, alluvioni, siccità, incendi e cicloni tropicali stanno, infatti, sconvolgendo la vita quotidiana di milioni di persone.

L’OMM conferma che il 2023 è stato l’anno più caldo mai registrato, con una temperatura media globale che ha superato di 1,45 gradi quella dell’era preindustriale.

L’accordo di Parigi sul clima affermava che l’aumento di 1,5 gradi è il punto di non ritorno.

Il segretario generale delle Nazioni Unite (António Guterres) ha detto che la Terra “è sull’orlo del collasso“.

L’accordo di Parigi, firmato da 194 paesi e dall’Unione Europea nel 2019 mira a limitare il riscaldamento globale al di sotto di 2 gradi e a proseguire gli sforzi mantenerlo entro 1,5 gradi per evitare le conseguenze catastrofiche del cambiamento climatico.

Leggi anche: I CAMBIAMENTI CLIMATICI IN BREVE.

Foto di NOAA su Unsplash.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *