COVID-19: LA QUARTA ONDATA - informazionefacile
COVID-19: LA QUARTA ONDATA
COP26 DI GLASGOW: CONCLUSIONI. L'INQUINAMEMTO IN INDIA
COP26 DI GLASGOW: CONCLUSIONI
16 Novembre 2021
COP26 DI GLASGOW: CONCLUSIONI. L'INQUINAMEMTO IN INDIA
NUOVA DEHLI: CHIUSURE PER L’INQUINAMENTO
18 Novembre 2021

COVID-19: LA QUARTA ONDATA

COME SI MUOVE L'EPIDEMAI

image_pdfimage_print
  • Nelle ultime settimane in molti Paesi europei a causa dell’epidemia da coronavirus c’è stata una nuova crescita:
    • dei contagi,
    • delle persone ricoverate in terapia intensiva,
    • dei morti.
  • Questo fatto ha portato molti esperti a parlare di una “quarta ondata” dell’epidemia.
  • La prima ondata è stata nella primavera del 2020,
  • la seconda ondata nell’autunno del 2020
  • la terza ondata nella primavera del 2021.
  • Hans Kluge, il direttore dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) per l’Europa, ha detto il 4 novembre: «Se si conferma questa tendenza, potremmo registrare un altro mezzo milione di morti causati dal COVID-19 entro febbraio».
  • Qui sotto la mappa dei contagi fatta da ECDC, il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie.
  • Nelle zone colorate in rosso scuro ci sono più di 500 contagiati su 100 mila abitanti.
Mappa ECDC
  • Molti paesi dell’Est come Romania, Bulgaria, Estonia e Lituania,  ma anche Irlanda,  Belgio e alcune regioni tedesche e dei Paesi Bassi hanno superato questa soglia.
  • Bisogna, però, considerare un dato positivo: dove almeno il 70 per cento della popolazione è vaccinata, i danni dei contagi sono molto inferiori ai danni delle ondate precedenti (quando la popolazione non era vaccinata).
  • Si può considerare che i Paesi hanno adottato 3 politiche diverse nella gestione dell’epidemia.
  1. Paesi che non hanno investito molto sulla vaccinazione degli abitanti e hanno imposto poche restrizioni (i Paesi dell’Europa dell’Est ad esempio);
  2. Paesi che hanno investito molto sulla vaccinazione e hanno tolto le restrizioni (Germania e Gran Bretagna ad esempio)
  3. Paesi che hanno investito molto sulla vaccinazione, imposto restrizioni ai non vaccinati e hanno mantenuto alcune  le restrizioni (l’Italia ad esempio).
  • La quarta ondata avrà, probabilmente, andamento diverso in base alle politiche adottate.
  • In questi giorni molti Paesi in difficoltà stanno aumentando le restrizioni di movimento, specialmente alle persone non vaccinate.
Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *