16 Marzo 2020 |

Tempo di lettura: 7'

CORONAVIRUS ITALIA 19: LA DIFESA DEI LAVORATORI

  • Tra sabato 14 e domenica 15 marzo  sindacati e imprese hanno raggiunto un accordo sulle nuove regole per la sicurezza sul lavoro e il Coronavirus.
  • Il capo del governo, Giuseppe Conte, ha mediato l’accordo
  • L’accordo prevede che l’attività produttiva può proseguire solo in presenza di «adeguati» livelli di protezione.
  • Per garantire questi livelli di protezione , l’azienda può fermare  la produzione per qualche giorno.
  • In questo caso si può usare la cassa integrazione.

 

LE NORME PIÙ IMPORTANTI.

  •  I controlli all’ingresso dei luoghi di lavoro e possibile misurazione della temperatura corporea: oltre i 37 gradi e mezzo il lavoratore sarà assistito.
  • L’azienda dovrà assicurare la sanificazione periodica dei locali e adottare tutte le precauzioni igieniche.
  • Se  il lavoro impone una distanza interpersonale minore di un metro è necessario l’uso delle mascherine e di altri dispositivi di protezione: (guanti, occhiali, tute, cuffie e camici conformi).
  • L’accesso agli spazi comuni, comprese le mense aziendali, le aree fumatori e gli spogliatoi deve essere fatto per piccoli gruppi.
  • Orari di ingresso e uscita devono essere scaglionati in modo da evitare il più possibile contatti nelle zone comuni.
  • Le imprese potranno disporre la chiusura di tutti i reparti diversi dalla produzione.
  • Dovranno essere assicurati piani di turnazione dei dipendenti per diminuire al massimo i contatti e di creare gruppi distinti e riconoscibili.
  • Nel caso in cui una persona presente in azienda sviluppi febbre e sintomi di infezione respiratoria come la tosse, l’ufficio del personale dovrà procedere al suo isolamento e a quello degli altri presenti nei locali.
  • L’azienda avvertirà immediatamente le autorità sanitarie.
  • In ogni azienda dovrà essere costituito un Comitato per l’applicazione e la verifica delle regole del protocollo con la partecipazione delle rappresentanze sindacali aziendali e dei Rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza.

 

  • Il  concetto dell’intesa è : «Dove si lavora, bisogna farlo in sicurezza; se non è possibile ci sono gli ammortizzatori sociali ma nessuno deve perdere il lavoro». 

CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *