6 Aprile 2020 |

Tempo di lettura: 6'

CORONAVIRUS: COME FINIRÀ LA SCUOLA

Green Pass 1 settembre

Il Consiglio dei ministri ha stabilito le norme l’anno scolastico in corso

MATURITÀ.

  • Se la scuola riaprirà entro il 18 maggio, l’esame di maturità si svolgerà in maniera simile a quella ordinaria, con alcune modifiche.
  • Il 17 giugno gli studenti affronteranno tutti il tema di italiano, mentre la seconda prova scritta non sarà uguale per tutti.
  • A fine giugno, poi, ci sarà la prova orale.
  • Se la scuola non aprirà entro il 18 maggio, l’esame di maturità non prevederà le prove scritte: la valutazione finale avverrà solo attraverso l’esame orale.

ESAMI DI TERZA MEDIA.

  • Se la scuola riaprirà entro il 18 maggi, l’esame finale della scuola media sarà più semplice dell’esame degli anni precedenti.
  • Se la scuola non aprirà entro il 18 maggio, gli esami di terza media non saranno effettuati;  gli studenti saranno valutati attraverso un loro testo scritto.
  • BOCCIATURE.
    Il decreto prevede che non ci saranno  bocciature alla fine di quest’anno.
  • La ministra Lucia Azzolina ha detto però che tutti gli studenti saranno e valutati a fine anno per il loro rendimento durante le lezioni in aula e durante quelle a distanza.
  • Saranno poi organizzati dei corsi prima dell’inizio del prossimo anno scolastico per recuperi o approfondimenti, se saranno necessari.

GRADUATORIE DEGLI INSEGNANTI.

  • La ministra Azzolina ha detto  che le graduatorie  degli insegnanti non saranno aggiornate per l’anno scolastico 2020/21: le attuali graduatorie varranno anche l’anno prossimo.
  • La ministra ha spiegato che la scelta è dovuta a difficoltà burocratiche.

NUOVE ASSUNZIONI.

  • Il decreto, infine, autorizza le assunzioni necessarie a coprire i posti liberati nell’estate del 2019 dagli insegnanti andati in pensione.
  • Sono 4.500 posti che andranno ad altrettanti insegnanti.
CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *