14 Dicembre 2023 |

Tempo di lettura: 11'

Consiglio europeo in corso. All’ordine del giorno, la revisione del bilancio 2021-2027

Ma si parla anche di Kiev nell'Ue e dell'opposizione ungherese agli aiuti militari
Foto Palazzo Chigi - Tiberio Barchielli . CC https://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/2.0/

Oggi 14 e domani 15 dicembre si tiene il Consiglio Europeo.

Si parla del bilancio 2021-2027, ma al centro del vertice ci saranno i negoziati per il futuro ingresso dell’Ucraina nell’Ue.

L’Unione Europea vuole destinare all’Ucraina altri aiuti, ma il primo ministro ungherese Viktor Orban si oppone a questa scelta.

La Commissione Ue, intanto, ha deciso di sbloccare 10,2 miliardi di euro di fondi strutturali a favore dell’Ungheria.

L’Unione Europea aveva bloccato i fondi perché L’Ungheria non rispetta le regole di uno stato di diritto.

Vertice con i Paesi dei Balcani.

Si è svolto ieri, 13 dicembre, un incontro tra i leader Ue e i leader dei Paesi dei Balcani Occidentali.

I 6 Paesi sono Serbia, Kosovo, Bosnia Erzegovina, Macedonia del Nord, Albania e Montenegro.

I leader europei hanno chiesto di accelerare il processo di adesione dei Balcani, ma molto dipenderà anche dall’ostilità di Orba, presidente dell’Ungheria, sull’Ucraina.

(Fonte: Internazionale)

Approfondimenti.

“Abbiamo ribadito che il futuro dei sei Paesi dei Balcani Occidentali è dentro l’Unione Europea con un’integrazione graduale esplicitata in modo concreto”, ha messo in chiaro il presidente del Consiglio Europeo, Charles Michel, in conferenza stampa al termine del vertice.

Parole confermate dalla leader della Commissione Ue, Ursula von der Leyen: “È stato un ottimo vertice, in cui abbiamo discusso sulla base del Pacchetto Allargamento recentemente presentato”.

A proposito del report dello scorso 8 novembre la numero uno dell’esecutivo Ue ha ricordato che “il Cluster fondamenti con Macedonia del Nord e Albania va aperto quanto prima”.

Invece il Montenegro vive un “momento positivo con il nuovo governo” e Serbia e Kosovo “hanno preso impegni importanti che ora devono essere implementati” nel contesto del dialogo Pristina-Belgrado.

(Fonte: EuNews.it)

CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *