2 Agosto 2023 |

Tempo di lettura: 16'

COLPO DI STATO IN NIGER

Perché preoccupa l'occidente
colpo di stato in niger. uranio grezzo

Il 26 luglio in Niger c’è stato un colpo di Stato.

Dopo alcuni giorni di incertezza Francia, Italia e Germania hanno iniziato ad evacuare i propri cittadini del Niger.

Il 2 agosto sono arrivati in Francia e in Italia le prime persone evacuate dal Paese.

IL NIGER.

È un Paese di 20 milioni di abitanti.

Il Niger è stato una colonia francese fino al 1960.

Fino al 26 luglio Mohamed Bazoum, presidente eletto democraticamente, governava il Paese.

Il Niger è uno dei Paesi più impoveriti dell’Africa anche se è ricco di materie prime (uranio, petrolio, gas naturale, oro e diamanti).

È il primo produttore africano di uranio.

IL NIGER E IL SAHEL.

Il Niger è un Paese della regione africana del Sahel.

Il Sahel (dall’arabo “bordo del deserto”) è una fascia di territorio dell’Africa subsahariana (al di sotto del deserto del Sahara).

Il Sahel si estende tra il deserto del Sahara a nord, la savana del Sudan a sud, l’oceano Atlantico a ovest e il Mar Rosso a est.

In arancione il Sahel fonte Wikipedia, modificato.

Il Niger è importante per l’Occidente per 2 motivi.

  1. In Sahel sono molto presenti e attivi gruppi di fondamentalisti islamici (gruppi jiahadisti) che hanno l’obiettivo di creare uno Stato islamico; il Niger è uno Paese che si oppone a questi gruppi.
  2. Il Niger è uno dei Paesi che contrasta i flussi migratori diretti verso l’Europa.

IL COLPO DI STATO.

Il generale Tchiani guida i ribelli che hanno arrestato il presidente in carica Bazoum e hanno chiuso le frontiere e sospeso le istituzioni democratiche.

Domenica 30 luglio migliaia di persone sono scese in piazza nella capitale (Niamey) per sostenere il colpo di stato.

I manifestanti hanno sventolato bandiere della Russia e hanno attaccato l’ambasciata di Francia.

Francia e Unione Europea hanno interrotto gli aiuti militari e finanziari: in Niger sono presenti mille 500 militari francesi, gli Stati Uniti hanno 2 basi militari e circa mille militari; anche l’Italia ha 350 militari in Niger.

Anche in Mali e Burkina Faso (altri Paese del Sahel) ci sono stati di recente colpi di Stato: le giunte militari al potere si sono avvicinate militarmente alla Russia.

È probabile che lo stesso avvicinamento militare alla Russia ed economico alla Cina avvenga in Niger.

L’immagine è un pezzo di uranio grezzo. (immagine tratta da Wikimedia).

LE REAZIONI IN AFRICA AL COLPO DI STATO.

ECOWAS  significa Comunità economica degli stati dell’Africa Occidentale.

È un’organizzazione che raggruppa 15 Paesi dell’Africa occidentale.

ECOWAS ha detto di essere pronta a intervenire con la forza per far tornare al governo del Niger il presidente eletto Bazoum.

In risposta a questa posizione altri Paesi africani hanno minacciato di intervenire a favore del colpo di Stato.

Burkina Faso e Mali hanno espresso il loro appoggio al colpo di Stato.

ECOWAS aveva espulso Burkina Faso e Mali dopo il colpo di stato.

La situazione per il momento è incerta.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *