COLOMBIA: LA MORTE DI PACIOLLA - informazionefacile
COLOMBIA: LA MORTE DI PACIOLLA
COVID: BERLUSCONI POSITIVO
2 Settembre 2020
BERLUSCONI IN OSPEDALE
4 Settembre 2020
Mostra tutto

COLOMBIA: LA MORTE DI PACIOLLA

LE INCHIESTE DICONO: OMICIDIO

Lo striscione posto sulla facciata del Comune di Napoli per chiedere giustizia per Mario Paciolla, il volontario Onu napoletano morto in Colombia, 18 luglio 2020. ANSA / CIRO FUSCO

IL FATTO.

  • Il 15 luglio Mario Paciolla era stato trovato morto trovato morto due giorni fa nella sua casa di San Vicente di Caguàn in Colombia.
  • Paciolla aveva profonde ferite ai polsi ed era impiccato.
  • Per questo motivo, un primo momento le autorità avevano pensato a un suicidio.
  • I genitori, i parenti e gli amici non avevano, però. creduto a questa versione.

CHI ERA MARIO PACIOLLA.

  • Paciolla aveva 33 anni ed era nato a Napoli, dove si era laureato in relazioni internazionali.
  • Paciolla era in Colombia perché lavorava per l’ONU in un progetto di pacificazione interna tra governo locale ed ex ribelli delle Farc (le Forze armate rivoluzionarie colombiane) e di riqualificazione di aree utilizzate dal narcotraffico.

I DUBBI DELLA MADRE. LA PAURA DI PACIOLLA.

  • Subito dopo la morte di Mario, la madre aveva detto  (in un’intervista a Repubblica) che suo figlio era terrorizzato e voleva rientrare in Italia.
  • Il 10 luglio (5 giorni prima della morte) Paciolla aveva detto alla madre «che aveva sbottato con alcuni dei suoi capi, che aveva parlato chiaro e che, così mi disse, si era messo “in un pasticcio”».
  • Già a novembre – durante un soggiorno a Napoli – Paciolla si era preoccupato di far sparire i  suoi scritti e le sue foto da internet.
  • Paciolla, inoltre, aveva chiesto ad un suo amico di fare una copia di tutti i documenti presenti sul suo computer.

LA PETIZIONE.

  • Le inchieste, soprattutto di giornalisti, stanno facendo emergere molti comportamenti strani di funzionari dell’ONU e del 
  • Qualche giorno fa la procura di Roma aveva fatto sapere di avere cambiato la denominazione dell’inchiesta sulla morte per Paciolla, che ora riguarda un omicidio.
  • Intanto parenti, amici e colleghi del volontario napoletano hanno lanciato una petizione su change.org e l’ashtag #iostoconMarioPaciolla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *