9 Aprile 2024 |

Tempo di lettura: 9'

L’Esercito israeliano si è ritirato da Khan Yunis città della Striscia di Gaza.

Metà della città è distrutta
città khan yunis distrutta

Il fatto.

Il 7 aprile Israele ha annunciato di aver ritirato quasi tutte le truppe che operavano nella zona di Khan Yunis.

Sono passati esattamente sei mesi dall’attacco di Hamas in territorio israeliano.

Khan Yunis era la seconda città della Striscia di Gaza; ora è un cumulo di macerie.

Gli abitanti che sono tornati nella loro città per raccogliere le loro cose non pero possono più viverci.

I bombardamenti israeliani hanno distrutto, infatti, circa metà degli edifici della città e i buldozer hanno scavato le strade.

Alcuni testimoni hanno detto, inoltre, che nella città c’è un odore pessimo.

Molte persone uccise, infatti, non sono state sepolte.

La città di Rafah e i campi profughi.

Quando l’esercito israeliano ha colpito e occupato Khan Yunis, gli abitanti sono scappati nella vicina città di Rafah.

Rafah è al confine con l’Egitto.

Oggi più di metà dei 2,3 milioni di abitanti della Striscia di Gaza è rifugiata nei campi profughi vicino a Rafah.

Rafah aveva poco più di 200mila abitanti prima della guerra.

 città khan yunis  distrutta. la cartina con la posizione della città nella striscia di gaza
Striscia di Gaza. Cerchiata in rosso la città di Khan Yunis (da Wikipedia) modificata.

Quali sono le intenzioni di Israele?

Rafah è l’unica città della Striscia che gli Israeliani non hanno ancora attaccato.

 Il ministro della Difesa israeliano ha detto che la guerra continuerà.

Ha inoltre confermato l’intenzione di operare anche a Rafah.

Ha anche detto che Israele è pronto allo scontro con l’Iran.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *