CINA: EPIDEMIA DI POLMONITE - informazionefacile
CINA: EPIDEMIA DI POLMONITE
ARMISTIZIO NELLA GUERRA COMMERCIALE USA/CINA
17 Gennaio 2020
AGGIORNAMENTI SULL’EPIDEMIA CINESE
25 Gennaio 2020
Mostra tutto

CINA: EPIDEMIA DI POLMONITE

  • Un’epidemia di polmonite è attiva in Cina.
  • L’infezione è collegata a un mercato del pesce di Wuhan.
  • Il mercato è stato chiuso l’1 gennaio.
  • Wuhan è il capoluogo della provincia dello Hubei, e la più popolosa città della Cina orientale.
  • Wuhan, infatti, ha 11 milioni di abitanti.

 

 

People’s Republic of China – vector map. Eps 8.

I SINTOMI.

  • I sintomi sono respiratori quindi febbre, tosse, raffreddore, mal di gola, grave affaticamento polmonare.
  • La possibilità del contagio c’è solo se sono stati effettuati viaggi in Cina.
  • La malattia si cura come i gravi casi di influenza.
  • Al momento però  non ci sono farmaci né vaccini specifici.
  • Responsabile della malattia è un virus della famiglia dei coronavirus (cioè virus a forma di coroncina).

  • L’unica vera cura per le malattie trasmesse da un virus è il vaccino.
  • Il vaccino è  un farmaco che contiene piccole parti del virus.
  • Quando una persona prende il vaccino stimola un meccanismo di autodifesa dell’organismo contro quel virus.
  • In questo modo il virus diventa inoffensivo.
  • Il ministero della Salute ha pubblicato sul sito www.sanita.it tutte le informazioni.

CI SONO PERICOLI IN EUROPA?

  • Secondo il centro di controllo per le malattie infettive europeo (Ecdc), il rischio di diffusione del nuovo virus in Europa e Italia è MOLTO limitato.
  • È in arrivo , però, il Nuovo Capodanno Cinese e aumenteranno gli spostamenti di viaggiatori all’interno della Cina e verso l’Europa.
  • La città di Wuhan, inoltre, è uno dei principali snodi nella rete dei trasporti cinese.

LA SITUAZIONE A OGGI.

  • Finora sono stati registrati 199 casi.
  • 44  malati sono in stato critico.
  • In Australia c’è un uomo è in quarantena dopo essere tornato da una visita a Wuhan.
  • Le ultime notizie dicono che la malattia si trasmette da uomo a uomo.

 

PRECEDENTI.

  • Questa epidemia è simile a quella del virus della Sars (sindrome respiratoria acuta grave)  e della Mers (sindrome respiratoria medio orientale).
  • La Sars tra il 2002 e 2003 seminò 8 mila contagi e 775 morti.
  • La Mers dal 2012 al 2019 ha contato 2.500 casi e 858 morti, in prevalenza nella penisola arabica.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *