18 Gennaio 2023 |

Tempo di lettura: 16'

Chi è Matteo Messina Denaro

Matteo Messina Denaro è nasce a Castelvetrano in provincia di Trapani il 26 aprile 1962.

MESSINA DENARO: GLI INIZI.

Ha frequentato un istituto tecnico, ma ha abbandonato gli studi per seguire l’attività del padre.

Il padre Francesco, infatti, era a sua volta boss mafioso del territorio di Trapani.

Padre e figlio hanno lavorato come guardie private delle tenute agricole della famiglia D’Alì.

La famiglia D’Alì è un’aristocratica famiglia trapanese proprietaria di terre, di saline e di banche.

Antonio D’Alì, è stato sottosegretario all’Interno in un governo Berlusconi.

Un mese fa è stato condannato per concorso esterno in associazione mafiosa.

MESSINA DENARO: LA CARRIERA MAFIOSA.

Il padre era legato al clan mafioso dei corleonesi, cioè provenienti da Corleone in provincia di Palermo.

A 20 anni (1982) Messina Denaro è a fianco con i corleonesi nella guerra contro le famiglie mafiose di Marsala e del Belice.

Le province della Sicilia (da Wikipedia)

Diventa il preferito di Totò Riina. 

Paolo Borsellino è il primo giudice ad indagare su di lui.

Messina Denaro diventa latitante nel 1993, 30 anni fa.

È il capo della mafia nel territorio di Trapani.

MESSINA DENARO: GLI AFFARI.

Le attività principali di Messina denaro sono lo smaltimento illegale dei rifiuti, il riciclaggio di denaro e il traffico di droga.

Inoltre Messina Denaro gestiva gli appalti: la sua famiglia aveva praticamenti il monopolio delle costruzioni nella provincia di Trapani.

la famiglia di Messina Denaro controllava tutto il ciclo produttivo per costruire case abusive ovunque, lungo la costa di Castelvetrano e Mazara del Vallo.

La costa di Mazara del Vallo e Castelvetrano.

MESSINA DENARO: LE STRAGI.

Messina Denaro è stato un mafioso spietato e molto violento.

Condivise in pieno la decisione della Mafia di compiere stragi per ottenere favori dallo Stato.

Ricordiamo le stragi che uccisero i giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino con le loro scorte.

Ricordiamo anche le stragi di civili nella strage di Firenze in via dei Georgofili e di Milano, davanti al Padiglione d’arte contemporanea.

La strage di via dei Georgofili avviene tra il 26 e il 27 marzo 1993; uccide 5 persone e ne ferisce circa 40.

La strage di Milano uccide del 27 luglio del 1993 uccide 5 persone.

Le bombe davanti alle basiliche romane di san Giorgio in Velabro e san Giovanni in Laterano.

Anche l’attentato contro Maurizio Costanzo e sua moglie Maria De Filippi rientrano nella logica delle stragi per piegare lo Stato.

I due giornalisti rimasero fortunatamente illesi.

MESSINA DENARO: LO STILE DI VITA.

Messina Denaro, a differenza della maggior parte dei mafiosi che hanno il culto della famiglia non si è mai sposato.

Ha avuto molte relazioni e ha una figlia che, probabilmente, non ha mai conosciuto.

Messina Denaro ama gli abiti firmati, gli orologi costosi e in generale il lusso.

Lunedì 17 gennaio Messina Denaro è stato arrestato mentre era in una clinica privata di Palermo per sottoporsi a chemioterapia.

Come la maggior parte dei boss mafiosi Messina Denaro è stato arrestato nel suo territorio.

CONDIVIDI

2 pensieri su “Chi è Matteo Messina Denaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *